Burian è arrivato portando neve e gelo: ecco alcuni consigli per risparmiare sul riscaldamento di casa

Ecco alcuni consigli per risparmiare sul riscaldamento di casa ed evitare salassi in bolletta per l'arrivo di Burian che ha portato con sé neve e gelo.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco alcuni consigli per risparmiare sul riscaldamento di casa ed evitare salassi in bolletta per l'arrivo di Burian che ha portato con sé neve e gelo.

Burian il vento freddo caratteristico delle regioni a ovest degli Urali è arrivato in Italia. In molte regioni, infatti, si è registrato un crollo termico e la neve sta interessando anche località a bassa quota. Ecco dunque dei consigli per riscaldarsi e allo stesso tempo evitare salassi  in bolletta a causa del riscaldamento.

Burian, il vento siberiano è arrivato

Il vento gelido proveniente dalla Siberia sta gelando tutta l’Italia da Nord a Sud. Oggi Roma si è svegliata imbiancata ma era stato disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Per la capitale, però, la neve resta un fenomeno insolito. Non nevica infatti dal 2012 ma all’epoca la perturbazione fu dovuta all’arrivo di un vortice di aria gelida in quota dalla Valle del Rodano.

A Venezia si è invece registrato nelle scorse ore un forte vento che ha fatto crollare un pilone sul Ponte della Libertà. Problemi anche a Trieste dove il vento ha raggiunto i 130 chilometri orari mentre la neve a Torino, che cade da ieri, ha costretto al rinvio della partita tra la Juventus e l’Atalanta. Neve anche in Abruzzo e nell’Alta Irpinia dove le scuole sono chiuse. In Campania la Protezione Civile ha diramato un avviso di criticità per delle anomalie termiche negative che potrebbero durare fino alla mezzanotte di oggi.

Come proteggersi dal freddo evitando salassi in bolletta?

L’Italia da Nord a Sud è attanagliata dalla morsa di gelo proveniente dalla Siberia. Ma come proteggersi dal freddo evitando salassi in bolletta? Innanzitutto, il primo consiglio è quello di mantenere nella propria dimora una temperatura costante intorno ai venti gradi. Alzare troppo la temperatura del riscaldamento non solo provoca salassi in bolletta ma anche pericoli per la salute.

Suggeriamo poi di lasciare liberi i radiatori da oggetti e di fare attenzione quando si effettuano i cambi di aria. Per fare questi ultimi, infatti, bastano solo dieci massimo quindici minuti e non è necessario farli tante volte al giorno. Procuratevi, poi, per chi non le avesse, delle valvole termostatiche. Esse, infatti, permettono di evitare al massimo gli sprechi in quanto, una volta regolate, mantengono la temperatura interna della casa sempre costante.

Ricordate poi di usare il riscaldamento quando si è casa. Qualora si voglia trovare la dimora calda al proprio rientro, è bene affidarsi a dispositivi elettronici grazie ai quali si potrà regolare la temperatura e l’orario di accensione del riscaldamento evitando inutili sprechi di gas. Inoltre, suggeriamo di inserire dei pannelli riflettenti tra il muro ed il termosifone e chiudere durante la notte sia le tapparelle che le persiane evitando così che vi siano delle fuoriuscite di calore.

Leggete anche: Offerte Enel Energia luce febbraio 2018: a confronto GiustaPer TeBioraria e Sempreconte.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Eventi, Risparmiare