Buoni postali fruttiferi: quando si può ricorrere all’ABF e quanto costa

Per un ricorso per buoni fruttiferi postali, ecco quando si può ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario e quanto costa.

di , pubblicato il
Per un ricorso per buoni fruttiferi postali, ecco quando si può ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario e quanto costa.

L’Arbitro Bancario Finanziario è un sistema di risoluzione delle controversie tra i clienti e le banche/intermediari finanziari. Ha il potere di decidere in una controversia tra le figure indicate chi ha torto e chi ragione. La decisione, poi, anche se non è vincolante come quella del giudice, ha un’alta adesione da parte degli intermediari. La domanda che ci si pone è quando si può ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario per problemi inerenti ai buoni postali fruttiferi e quanto costa.

Arbitro Bancario Finanziario: chi può ricorrere

Può ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario chi ha avuto o chi ha dei rapporti contrattuali o sia entrato solo in relazione con un intermediario per servizi finanziari e bancari compresi quelli di pagamento. È possibile ricorrere a tale sistema di risoluzione solo dopo aver cercato di risolvere la controversia.  Sarà necessario, infatti, prima inviare un reclamo scritto all’intermediario che dovrà rispondere entro trenta giorni. Se in questo lasso di tempo non si riceverà alcuna risposta allora si potrà agire e rivolgersi all’Abf. Qualora la decisione di quest’ultimo venga ritenuta non soddisfacente dal cliente o dall’intermediario, entrambi si potranno rivolgere al giudice.

Costo ricorso all’ABF per bfp e dettaglio Collegi

Se si ricorre all’Arbitro Bancario Finanziario la cifra che si dovrà sostenere sarà di 20 euro di contributo spese. Qualora il rimborso sia accolto solo in parte, però, sarà l’intermediario a dover sostenere tale cifra.

Ricordiamo che l’Abf è articolato in 7 collegi che operano su base territoriale e che decidono i ricorsi in base all’indirizzo che il cliente ha dichiarato. Ecco la divisione:

  • decide il Collegio di Milano per: regioni Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto,
  • Collegio di Torino per: Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta;
  • Collegio di Bologna per: Emilia-Romagna, Toscana;
  • Collegio di Roma per: Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria, Stato estero;
  • Collegio di Napoli per: Campania, Molise ed infine
  • Collegio di Bari per: Basilicata, Calabria, Puglia Palermo Sardegna, Sicilia.

Potrebbe interessarti: Buoni postali fruttiferi: ottenuto rimborso di oltre 72 mila euro rispetto a quello riconosciuto

Argomenti: ,