Buoni fruttiferi postali: tutto quello che c’è da sapere su quelli ordinari

Ecco le principali caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ordinari di Poste Italiane.

di , pubblicato il
Ecco le principali caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ordinari di Poste Italiane.

I buoni fruttiferi postali ordinari sono il prodotto di investimento ideale per chi vuole investire fino a vent’anni senza rinunciare alla flessibilità del rimborso in ogni momento. Con essi si potrà poi contare su rendimenti che saranno fissi e crescenti. Ed è proprio per questo che tali titoli sono così amati dagli italiani. Ma analizziamo le principali caratteristiche.

Bfp ordinari: info e rendimenti

I bfp saranno quelli la cui durata massima sarà di vent’anni e quindi il prodotto ideale per chi vuole investire a lungo termine il proprio denaro.

Essi saranno una forma di investimento molto amata dagli italiani grazie alle zero spese di gestione, di sottoscrizione e di rimborso nonché alla tassazione agevolata. Essi saranno inoltre un prodotto sicuro perché garantito dallo Stato Italiano ed emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti Spa.

I rendimenti effettivi annui lordi alla fine di ciascun periodo di possesso al 28 giugno 2019 saranno i seguenti:

  • fine primo anno: 0,05%,
  • secondo anno: 0,05%,
  • terzo anno: 0,05%,
  • quarto anno: 0,05%,
  • quinto anno: 0,05%,
  • sesto anno: 0,12%,
  • settimo anno: 0,18%,
  • ottavo anno: 0,22%,
  • nono anno: 0,28%,
  • decimo anno: 0,32%,
  • undicesimo anno: 0,36%,
  • dodicesimo anno: 0,42%,
  • tredicesimo anno: 0,46%,
  • quattordicesimo anno: 0,50%,
  • quindicesimo anno: 0,53%,
  • sedicesimo anno: 0,69%,
  • diciassettesimo anno: 0,88%,
  • diciottesimo anno: 1,10%,
  • diciannovesimo anno: 1,30% ed infine
  • ventesimo anno: 1.50%.

Ecco un esempio: sottoscrivendo un buono il 15 luglio 2019 al 15 luglio 2039 gli interessi maturati saranno di 346,09 con ritenuta fiscale di 43,26 euro. Il montante liquidato sarà di 1.302,83 euro.

Rimborso e termine di prescrizione

Per quanto riguarda il rimborso del buono fruttifero postale cartaceo ordinario, esso avverrà per intero in un’unica soluzione in qualsiasi momento in cui esso è in vita senza costi aggiuntivi. Per il dematerializzato, invece, si potrà richiedere il rimborso sia per intero che in forma parziale ma per importi uguali a 50 euro o multipli senza alcun costo aggiuntivo e durante tutto il periodo in cui il buono è in vita.

Poste ricorda agli utenti che prima della fine del primo anno, il valore del rimborso sarà uguale a quello nominale sottoscritto al netto di possibili oneri di natura fiscale. Dopo il primo anno, invece, il rimborso sarà uguale al capitale nominale che si è sottoscritto (al netto di possibili oneri di natura fiscale) più gli interessi che saranno maturati.

Per informazioni più dettagliate sarà necessario consultare il foglietto informativo. Infine i buoni ordinari andranno in prescrizione il giorno dopo la loro scadenza mentre diventeranno infruttiferi e si prescriveranno dopo dieci anni dalla scadenza.

Leggete anche: Buoni fruttiferi postali 4 anni Risparmiosemplice: per accumulare un po’ alla volta anche piccoli importi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.