Buoni fruttiferi Postali di Poste Italiane: che succede con il rimborso anticipato?

Buoni fruttiferi Postali di Poste Italiane: cosa succede se viene chiesto il rimborso anticipato?

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Buoni fruttiferi Postali di Poste Italiane: cosa succede se viene chiesto il rimborso anticipato?

I Buoni Fruttiferi Postali chiamati anche BFP sono dei titoli che garantiscono sempre la restituzione della somma che si è investita nonché gli interessi periodici. Essi sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e collocati sul mercato da Poste Italiane. Molti, però, si chiedono cosa succede se si chiede il rimborso anticipato di essi . Ecco le info a riguardo.

Buoni fruttiferi Postali di Poste Italiane: che succede con il rimborso anticipato?

Qualora si chieda il rimborso anticipato dei Buoni Fruttiferi Postali, il capitale viene rimborsato al 100% al netto degli eventuali oneri di natura fiscale. Gli interessi, però, non sono corrisposti qualora il rimborso venga chiesto prima di un determinato numeri di mesi dalla sottoscrizione di essi.

Nel dettaglio: si dovrà attendere 2 mesi per i BFP Impresa, si dovrà attendere 6 mesi per i Buoni a 18 mesi, si dovranno attendere 12 mesi per i Buoni Ordinari, quelli a 3 anni Fedeltà, quelli a 3 anni, quelli a 3 anni extra, per i BFP Renditalia, per i BFP Europa, per i BFP Eredità Sicura e BFP Risparmi Nuovi.

Si dovranno poi attendere 18 mesi per i Buoni dedicati ai minori, per i Buoni indicizzati all’inflazione e per quelli indicizzati all’Inflazione EXTRA, per i Buoni Diciottomesi Plus ed infine per quelli indicizzati a scadenza. E ancora, si dovranno attendere 24 mesi per i Buoni a 2 anni Plus e per quelli BFP Premia, si dovranno attendere 36 mesi per i BFP 3, 50, per i BFP fedeltà  7 anni e BFP 7 insieme nonché per i Buoni a 3 anni Plus.

Buoni fruttiferi Postali di Poste Italiane: che succede con il rimborso anticipato?

Poste Italiane informa che per quanto concerne i Buoni 3×4, quelli 3×4 Fedeltà e 3×4 Risparmi Nuovi, gli interessi  maturati nel  primo triennio non saranno corrisposti se il rimborso sarà chiesto prima dei tre anni dalla sottoscrizione di essi. Gli interessi maturati nel secondo triennio, invece, non saranno corrisposti prima dei sei anni dalla sottoscrizione, quelli maturati nel corso del terzo triennio non saranno corrisposti prima dei nove anni dalla sottoscrizione di essi ed infine gli interessi maturati nel corso del quarto triennio non saranno corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi dodici anni dalla sottoscrizione. Per altre info, leggete anche: Buoni fruttiferi Postali di Poste italiane, differenza tra buono dematerializzato e cartaceo e Buoni fruttiferi postali, vanno dichiarati nella successione? E che succede se uno dei cointestatari muore?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Buoni Fruttiferi Postali