Buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio di Poste Italiane diventano digitali ma costeranno?

I buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio di Poste Italiane diventano digitali. Ecco le info a riguardo e gli eventuali costi.

di , pubblicato il
 I buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio di Poste Italiane diventano digitali. Ecco le info a riguardo e gli eventuali costi.

I buoni fruttiferi postali ed i libretti di risparmio di Poste Italiane diventano digitali. Chi ha un libretto smart e non ha ancora rilasciato un numero di cellulare per operare online dovrà recarsi presso uno degli uffici postali ubicati sul territorio ed attivare la procedura. Sul numero comunicato, poi, verrà inviato un messaggio “Usa e getta” ogni volta che si vorrà autorizzare un’operazione in modalità online sui bfp o sui libretti. Ecco le info più precise.

Buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio di Poste Italiane: la rivoluzione digitale

Per poter accedere ai servizi online, ci si dovrà recare in un ufficio postale e comunicare il proprio numero di telefono. Bisognerà inoltre portare con sé la carta libretto ed il relativo Pin per effettuare l’operazione.

Per confermare il numero rilasciato in Ufficio Postale, poi, si dovrà accedere al sito poste.it o registrarsi qualora non sia stata fatta l’iscrizione. Entrando nella propria area personale, infine, si potrà associare tale numero al libretto Smart e attivare le funzionalità dispositive on line seguendo tutte le istruzioni presenti sulla pagina web.

Qualora si abbia un libretto ordinario, si potranno attivare i servizi informativi per consultare i propri risparmi online in questo modo: bisognerà inserire i dati del libretto cartaceo o quelli della carta libretto e consultare il conto online.

I servizi digitali di Risparmio Postale e le operazioni online hanno costi?

Poste Italiane comunicano che il servizio di Risparmio Postale online è gratuito così come lo sono le funzionalità informative e dispositive ad eccezione della ricarica della propria Carta Postepay. Per effettuare tutte le operazioni online, però, il numero di telefono  associato al libretto smart sarà obbligatorio per motivi di sicurezza.

Ad ogni operazione che si farà, infatti, verrà inviato un messaggio contente un codice di sicurezza di 4 cifre “usa e getta” in quanto potrà essere utilizzato solo per quella transazione.

Coloro che posseggono sia un libretto smart che un conto BancoPosta con servizio BPOL attivo o App BancoPosta potranno richiedere le funzionalità dispositive del Servizio di Risparmio Postale online anche collegandosi all’area riservata mediante canale telematico.

Leggete anche: Buoni fruttiferi postali di Poste italiane: si può passare dal cartaceo al dematerializzato e il duplicato?.

Argomenti: , ,