Buoni fruttiferi postali: i migliori tassi di dicembre 2020

I migliori rendimenti effettivi annui lordi di dicembre 2020 dei buoni fruttiferi postali disponibili sul mercato.

di , pubblicato il
Nuova vittoria di un erede di un buono fruttifero postale serie Q/P: l'intermediario dovrà effettuare liquidazione come da tabella retro titolo dagli anni 21° al 30°.

I tassi dei buoni fruttiferi postali, prodotto emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti e collocato sul mercato da Poste Italiane, non sono cambiati rispetto alle ultime modifiche apportate (novembre 2020). La novità dello scorso mese è il lancio del nuovo buono il cui nome è Obiettivo 65. Detto ciò, ecco una panoramica dei migliori rendimenti effettivi annui lordi di dicembre 2020.

Tassi dicembre 2020: i migliori buoni fruttiferi postali

Nella giornata odierna, tra i rendimenti migliori dei buoni fruttiferi postali c’è quello del buono 4×4, prodotto ideale per investimenti fino a 16 anni contando su rendimenti fissi crescenti. Si potrà però chiedere il rimborso anche dopo 4, 8 e 12 anni con il riconoscimento degli interessi maturati. Prima di questa data si riceverà soltanto il capitale investito. Nel dettaglio, le condizioni economiche in vigore dal 6 novembre sono le seguenti: il rendimento effettivo annuo lordo alla fine del quarto anno è dello 0,20%, alla fine dell’ottavo anno dello 0,30%, alla fine del dodicesimo anno dello 0,40% e alla fine del sedicesimo anno dello 0,75%.

Lo stesso rendimento lo darà il buono Soluzione Eredità che sarà dedicato solo a chi ha un procedimento successorio concluso in Poste Italiane. Sarà esso un titolo per chi vorrà investire fino a 4 anni contando su un rendimento certo alla scadenza che è dello 0,75%. Questa tipologia di buono si potrà sottoscrivere entro 180 giorni dalla conclusione dell’iter successorio.

Segnaliamo poi il buono 3×4 che sarà l’investimento giusto per chi vorrà investire il proprio denaro fino a 12 anni contando su rendimenti crescenti nel tempo. La flessibilità di rimborso si avrà già dopo 3, 6 e 9 anni con il riconoscimento degli interessi maturati mentre prima di tale periodo si avrà solo il capitale investito. Il tasso annuo lordo a scadenza è dello 0,10% dopo tre anni, dello o,20% dopo sei anni, dello 0,30% dopo nove anni e dello 0,50% dopo dodici anni.

Infine c’è il buono Obiettivo 65 grazie al quale sarà possibile integrare il proprio reddito futuro con una rendita certa dai 65 anni agli 80 anni. Sarà possibile costruire la propria rata mensile acquistando questo titolo fino ai 54 anni. Ecco l’esempio di Poste Italiane: investimento da parte di un uomo di 45 anni di 40 mila euro in una soluzione unica. Ebbene quando l’uomo compirà 65 anni avrà una rendita mensile di 285 euro per i successivi 15 anni oppure 48 mila euro in una soluzione unica. Per ulteriori informazioni su questa tipologia di titolo collegarsi a questa pagina.

Potrebbe interessarti anche un altro prodotto di Poste Italiane: Carta BancoPosta di Poste Italiane: costi, caratteristiche, attivazione, numero per blocco

[email protected]

Argomenti: ,