Btp italia: fino al 17 maggio nuova emissione dei titoli indicizzati al tasso di inflazione

Fino al 17 maggio nuova emissione dei titoli indicizzati al tasso di inflazione: arrivano i nuovi BTP Italia ma che sono e quali sono le loro caratteristiche?

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Fino al 17 maggio nuova emissione dei titoli indicizzati al tasso di inflazione: arrivano i nuovi BTP Italia ma che sono e quali sono le loro caratteristiche?

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato che da ieri 14 e fino al 17 maggio 2018 verranno emessi BTP Italia ovvero titoli di Stato indicizzati al tasso di inflazione nazionale pensati sopratutto per i risparmiatori individuali. In questa loro nuova forma tali i titoli saranno come nel passato delle durata di otto anni.

Btp Italia: le caratteristiche

I Btp emessi fino al 17 maggio avranno le medesime caratteristiche di quelli precedenti ovvero delle cedole semestrali indicizzate al FOI alle quali si aggiungerà il pagamento del recupero dell’inflazione maturata nei sei mesi, il rimborso unico alla scadenza e un premio fedeltà al momento del rimborso. Quest’ultimo, però, sarà solo per coloro che acquisteranno i titoli all’emissione durante la fase del collocamento e li conserveranno fino alla scadenza.

Il Ministero comunica che il titolo sarà collocato sul mercato in due fasi e ciò mediante la Mot di Borsa Italiana ovvero mediante la piattaforma elettronica di quest’ultima. La prima fase si svolgerà dal 14 al 16 maggio e sarà riservata ai risparmiatori individuali mentre la seconda si svolgerà il 17 maggio e sarà prerogativa degli investitori istituzionali. Per questi ultimi, infine, potrebbe esserci una ripartizione qualora le domande superino le offerte proposte dal Mef mentre per i risparmiatori individuali non vi sarà alcun problema.

Btp che cosa sono per l’esattezza?

Per chi non lo sapesse i Btp Italia sono dei titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana. Grazie ad essi colui che investe avrà una protezione contro l’aumento dei prezzi italiani e ciò mediante delle cedole che offriranno un tasso annuo reale minimo garantito. Esso sarà collegato non soltanto all’indice Istat dei prezzi ma anche a quello Foi. Le cedole, pagate ogni sei mesi insieme con la rivalutazione del capitale per l’inflazione del semestre, saranno comunque calcolate su un capitale definito nominale investito anche in caso di deflazione. Per chi non lo sapesse il termine deflazione si contrappone a inflazione: quest’ultimo è l’ aumento dei prezzi mentre il primo è sinonimo di riduzione dei prezzi che porta alla stagnazione dell’economia.

Tra le caratteristiche principali dei Btp Italia segnaliamo la durata che è di otto anni, il tasso reale annuo che è il minimo garantito e le cedole semestrali che vengono, come abbiamo già spiegato, calcolate sul capitale rivalutato. Inoltre altra caratteristica importantissima è il recupero dell’inflazione immediato in quanto ogni sei mesi vi è la rivalutazione del capitale.

Leggete anche: Concorso Ministero Economia e Finanze, Sogei: bando 2018 per 100 posti, scadenza e requisiti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte