Bollette seconda casa: come risparmiare su gas ed elettricità? Ecco alcuni consigli

Bollette seconda casa: ecco alcuni consigli semplici e pratici consigli per risparmiare su gas ed elettricità.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Bollette seconda casa: ecco alcuni consigli semplici e pratici consigli per risparmiare su gas ed elettricità.

Le bollette per luce e gas della seconda casa, come tutti ben sanno, sono più alte rispetto a quella della prima casa (dove si ha la residenza). Ecco dunque alcuni piccoli consigli per risparmiare su di esse e preservare anche l’ambiente.

Risparmiare sulle bollette del gas per seconda casa: consigli utili

  • Isolate termicamente l’abitazione coibentando sia il solaio che le pareti. Inoltre potrete acquistare degli infissi termoprotettivi in modo tale da non utilizzare e di conseguenza sforzare troppo la caldaia.
  • Non esagerate mai con il riscaldamento. Una temperatura intorno ai 20 gradi può, infatti, bastare in quanto l’eccesso di calore non solo è dannoso per la salute ma fa aumentare i costi in bolletta di circa il 7 e l’8%. Fate attenzione poi al ricambio dell’aria, bastano infatti dieci minuti per cambiarla e il periodo ideale per farlo è la mattina presto.
  • Usate, infine, dei piani di cottura a gas di nuova generazione in alluminio in quanto permettono di risparmiare gas rispetto a quelli elettrici e alle vecchie cucine a gas. Essi riducono di circa 2.000 tonnellate l’anidride carbonica immessa in atmosfera.

Risparmiare sulle bollette della luce per la seconda casa: consigli utili

  • Sostituite le lampadine ad alto consumo con i led. Esse sono delle lampadine che consumano meno corrente e durano di più. Inoltre esse sono più ecologiche e vantaggiose anche rispetto a quelle a fluorescenza e a risparmio energetico. Per le lampadine a led, infatti, serviranno soltanto 500kW per 50mila ore di illuminazione mentre per quelle a risparmio energetico 1.150 kW per cui grazie alle prime si avrà un notevole risparmio energetico in bolletta.
  • Utilizzate elettrodomestici minimo di classe A+ che sono sicuramente più cari ma faranno risparmiare notevolmente. Ricordate che la maggior parte di essi è sempre in funzione come ad esempio i frigoriferi e i congelatori.
  • Non lasciate elettrodomestici o dispositivi in standby in quanto, anche se non utilizzati, consumeranno ugualmente elettricità. Il consiglio è quindi quello di utilizzare una semplice ciabatta che potrà aiutare quindi a diminuire gli sprechi e a risparmiare energia elettrica.
  • Non aprite il frigorifero quando non serve. Aprirlo spesso, infatti, significa infatti aumentare il consumo. Con la sua apertura, infatti, si azioneranno delle turbine per mantenere la temperatura più fresca. Vi suggeriamo poi di tenerlo ad una distanza di almeno dieci centimetri dal muro in modo tale da evitare il surriscaldamento dell’intera camera.

Per info su altri consigli per risparmiare, leggete anche: Economia domestica: consigli su come risparmiare e arrivare a fine mese.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmiare, Risparmio

I commenti sono chiusi.