Bollette luce e gas: possibili rincari a ottobre, che fare allora per risparmiare?

Ad ottobre ci sarà l'aggiornamento delle tariffe per luce e gas con possibili rincari_: che fare allora per risparmiare?

di , pubblicato il
Ad ottobre ci sarà l'aggiornamento delle tariffe per luce e gas con possibili rincari_: che fare allora per risparmiare?

Negli ultimi mesi il mercato energetico ha registrato un calo sostanziale dei prezzi e questo per effetto lock-down. Nelle prossimi giorni, però, ci potrebbero essere delle novità. Questo perché alla fine di settembre ci sarà il consueto aggiornamento dei prezzi per il mercato tutelato di luce e gas da parte dell’Arera che, come si sa, aggiorna le tariffe per i clienti in tutela ogni tre mesi. C’è da dire inoltre che anche diverse voci della bolletta per i clienti del mercato libero saranno influenzate da tali aggiornamenti. Come fare allora per risparmiare?

Ad ottobre aggiornamento prezzi luce e gas

Ad ottobre ci sarà con il nuovo aggiornamento del prezzo della luce e del gas con la possibilità reale che vi siano dei rincari. Di riflesso anche le offerte del mercato libero potrebbero registrare un incremento di prezzo. Giocando d’anticipo, però, si potranno evitare possibili rincari. Ma come? Innanzitutto cogliendo al volo le promozioni del momento per la luce e il gas perché particolarmente vantaggiose. Esse potrebbero garantire infatti dei sostanziali risparmi anche nel lungo periodo.

Per evitare possibili rincari, quindi, un suggerimento sarà quello di sottoscrivere tariffe a prezzo bloccato sia per la luce che per il gas. Scegliendone una tra le tante proposte dal mercato libero si avrà la sicurezza che il prezzo applicato sarà lo stesso per un anno intero o addirittura due. Di solito, però, tali tariffe bloccate hanno dei prezzi leggermente più alti ma garantiscono una protezione contro i rincari tariffari nel lungo periodo. Come detto, per scegliere l’offerta più consona alle proprie esigenze si dovrà fare una comparazione di esse per capire meglio i costi e quali saranno i margini di risparmio.

Qualora si voglia passare al mercato libero optando per una tariffa fissa si dovranno avere a disposizione i dati anagrafici dell’intestatario dell’offerta, il codice fiscale ed il documento di identità di chi si intesta l’utenza. Inoltre per la luce sarà necessario il codice Pod mentre per il gas il codice Pdr che consentiranno di identificare in modo univoco la fornitura. Inoltre saranno necessari i dati di contatto e quindi numero di cellulare ed e-mail nonché il metodo di pagamento ovvero le coordinate Iban qualora si chieda addebito sul conto. Sarà poi il fornitore a gestire la procedura mediante la quale ci sarà poi l’attivazione della fornitura.

Potrebbe interessarti: Come risparmiare sulle bollette di luce e gas in estate: attenzione ai condizionatori e altri consigli

[email protected]

Argomenti: ,