Bollette luce e gas: come risparmiare se si ha un esercizio commerciale

Risparmiare sulle bollette luce e gas: consigli per gli esercizi commerciali

di , pubblicato il
Risparmiare sulle bollette luce e gas: consigli per gli esercizi commerciali

L’Italia è oramai a colori e molte piccole e medie imprese hanno chiuso come imposto dagli ultimi Dpcm. Ecco allora consigli utili per risparmiare su luce e gas e riuscire a contenere le spese in questo momento così particolare forniti da Sostariffe.it.

Risparmiare sulle bollette luce e gas: consigli per gli esercizi commerciali

Uno dei consigli si Sostariffe.it per risparmiare sulle bollette di luce e gas è quello di passare ad un nuovo operatore comparando più offerte per individuare la soluzione migliore e orientarsi tra tariffe a prezzo variabile e fisso. Il comparatore di offerte, leader in Italia, consiglia anche di comparare le diverse offerte presenti sul mercato ed avvalersi delle agevolazioni fiscali.

È inoltre importante distinguere le tariffe aziendali da quelle domestiche. Chi ha un esercizio commerciale deve scegliere un’utenza business che è diversa da quella di una famiglia. Bisogna quindi accertarsi che il proprio contatore della luce non faccia riferimento ad una tariffa domestica residenziale. Ma come? In primis tale strumento deve misurare la BTA ovvero la bassa tensione altri usi nella quale gli oneri dipendono dalla potenza. Per quanto riguarda il gas, invece, si deve considerare che l’Italia è divisa in 6 zone tariffarie per cui la tariffa che viene applicata cambia a seconda della zona geografica nella quale opera la propria attività.

I trucchi per risparmiare con bollette di luce e gas

Sostariffe.it per risparmiare consiglia inoltre (prima di scegliere una tariffa aziendale) di controllare il prezzo che può essere sia fisso che variabile. Quando si opta per il fisso, l’offerta elettrica non può variare nel tempo in base alle condizioni contrattuali. Stesso discorso vale anche per le offerte gas business a prezzo fisso nelle quali il fornitore si impegna a tenerlo fermo per 12 o 24 mesi.

Il prezzo variabile, invece, risente di variazioni in base all’andamento del mercato ed in particolare per un indice di riferimento che nella luce è il Pun ovvero il prezzo unico nazionale che varia ogni mese.

Risparmiare su luce e gas: come fare

Tra le proposte di energia commerciale ci sono le offerte green basate su fonti rinnovabili che diventano più vantaggiose con l’aumentare di kilowattora o metri cubi di gas. Per le aziende il gas e la luce rappresentano un costo fisso da sostenere per cui per risparmiare, il consiglio di Sostariffe.it è quello di informarsi se ci sono delle agevolazioni fiscali nazionali. È poi utile prestare attenzione alle modalità di fatturazione delle bollette in quanto con la domiciliazione bancaria e con l’invio della bolletta in formato elettronico si risparmia.

Quale tariffa scegliere per risparmiare

Quando si sceglie una tariffa della luce, Sostariffe.it consiglia anche di considerare gli orari in cui si utilizza l’energia. Le aziende che la usano soprattutto di giorno dovrebbero optare per una monoraria mentre se il consumo di luce è concentrato maggiormente la sera e nei week-end si dovrà scegliere una bioraria. Infine dal 1° gennaio 2022 sarà obbligatorio passare al mercato libero di luce e gas per cui chi vuole cambiare fornitore potrà scegliere delle tariffe dual fuel che sono le più economiche e in grado di garantire una fornitura congiunta di gas e luce per la medesima azienda.

Potrebbe interessarti:  Risparmiare fino a 230 euro all’anno di luce e gas si può: ecco come

[email protected]

Argomenti: ,