Bitcoin, maxi-furto fa crollare la criptovaluta: -12%, ma saldo attivo da inizio 2016

Maxi-furto di Bitcoin a Hong Kong. Mentre le autorità indagano, il trading resta fermo e le quotazioni della moneta digitale sono scese del 12%.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Maxi-furto di Bitcoin a Hong Kong. Mentre le autorità indagano, il trading resta fermo e le quotazioni della moneta digitale sono scese del 12%.

Il valore dei Bitcoin è precipitato nella giornata di martedì, dopo che la piattaforma di trading con sede a Hong Kong, Bitfinex, ha annunciato tramite il suo sito internet di essere stata vittima di hackers, i quali potrebbero aver rubato 119.756 unità della criptovaluta, che al valore dell’altro ieri equivalgono a 65 milioni di dollari.

E così, nel corso della stessa seduta, il valore dei Bitcoin è crollato del 12%, scendendo dai 613 dollari di inizio giornata ai 540 ancora vigenti ieri. Non è ben chiaro cosa sia accaduto ed è probabile che non ne sapremo ancora per alcuni giorni, essendo Bitfinex sottoposta a indagini da parte delle autorità giudiziarie locali, con le quali, assicura la società, starebbe collaborando. Nel frattempo, sono state bloccate le operazioni di ritiro dei depositi e il trading.

Furto Bitcoin, non è la prima volta

Bitfinex chiede pazienza alla comunità dei clienti, ma l’episodio rappresenta solo l’ennesima falla nel sistema di sicurezza delle piattaforme di trading dei Bitcoin. Il caso più grave si ebbe nel 2014, quando Mt Gox in Giappone dovette dichiarare bancarotta, dopo essere rimasta vittima di un gigantesco furto da parte di hackers.

I Bitcoin non sembrano, tuttavia, avere risentito alla lunga di questi casi, anche se le loro quotazioni restano ben al di sotto dei massimi toccati nel novembre del 2013, quando un’unità della moneta digitale era arrivata a costare fino ai 1.200 dollari.

Volatilità, ma anche guadagni

Per quanto restino suscettibili a un’elevata volatilità, è pur vero che la criptovaluta continui a viaggiare in positivo rispetto ai valori di inizio anno: +27%. L’investimento presenta diversi rischi, ma anche la peculiarità positiva di essere del tutto anonimo, dato che chi effettua transazioni nella moneta digitale viene contraddistinto solamente da una stringa alfanumerica, senza che esse siano ricollegate al suo nome, per cui non sarebbe possibile risalire alla sua identità.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Acquisti online, Investimenti, Trading