Biglietto aereo acquistato: quali sono i diritti del viaggiatore, il vademecum dell’Enac

Diritti del viaggiatore in caso di negato imbarco, cancellazione o ritardo del proprio volo, perdita o danneggiamento del bagaglio e ritardata consegna.

di , pubblicato il
Diritti del viaggiatore in caso di negato imbarco, cancellazione o ritardo del proprio volo, perdita o danneggiamento del bagaglio e ritardata consegna.

La carta dei diritti del passeggero è un opuscolo informativo grazie al quale il passeggero saprà cosa fare in caso di negato imbarco, cancellazione o ritardo del proprio volo, perdita o danneggiamento del bagaglio ed infine in caso di ritardata consegna. Ecco le info più dettagliate.

Mancato imbarco overbooking

L’Enac comunica che per mancato imbarco, cancellazione volo o ritardo prolungato vi sono tutele per il viaggiatore previste dal Regolamento 261/04 per tutti i voli di linea, low cost e charter in partenza da un aeroporto situato nell’Unione Europea operati sia da compagnie comunitarie che non.

Inoltre le tutele si applicano su tutti i voli di linea, charter e low cost che partiranno da un paese non comunitario con destinazione verso un aeroporto comunitario ma solo se la compagnia aerea sarà comunitaria. Non si applicherà invece il regolamento 261/04 nel caso in cui i voli partiranno da un paese non comunitario verso uno dell’U.E. ed essi saranno operati da compagnie aeree non comunitarie. Nella fattispecie le tutele saranno assicurate dalle norme e dalle legislazioni locali.

Reclamo per mancato imbarco

Enac comunica che il reclamo per overbooking, cancellazione o ritardo prolungato del volo, danneggiamento o perdita del bagaglio dovrà essere inviato alla compagnia aera con la quale si dovrà partire. Qualora quest’ultima non dovesse rispondere al reclamo dopo sei settimane oppure dovesse rispondere non motivazioni non esaustive rispetto al reclamo presentato, allora si potrà fare reclamo all’Enac. Si dovrà compilare l’apposito modulo oppure inviare il reclamo tramite posta, fax o e-mail presso gli uffici dell’Enac dell’Aeroporto dove si è avuto il disservizio. Per i voli originati da uno degli Stati della Ue si dovrà fare riferimento all’Organismo responsabile nello Stato di partenza del volo oppure alla direzione centrale dell’Enac. Si ricorda che il modulo di reclamo che si presenterà all’Enac non sostituirà il reclamo alla compagnia aera che si dovrà sempre presentare.

Cancellazione volo: i diritti del passeggero

Il regolamento numero 261/04 comunica che il passeggero in caso di cancellazione di volo avrà diritto a fare alcune scelte.

Potrà in primis richiedere il rimborso del biglietto per la parte di viaggio che non avrà fatto oppure che venga imbarcato su di un volo alternativo il prima possibile o in una data successiva che possa soddisfarlo. In alternativa potrà richiedere assistenza e quindi pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa o una sistemazione in albergo. Ovviamente il passeggero avrà anche gratis il trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa nonché la possibilità di effettuare due chiamate o inviare messaggi via fax, telefax o e-mail. Infine, in alcuni casi, ci sarà anche la compensazione pecuniaria ma dipenderà dalla tratta aerea e dalla distanza in chilometri percorsa.

Ritardo volo prolungato, danneggiamento e perdita bagaglio

In caso di ritardo prolungato del volo non si avrà diritto alla compensazione pecuniaria bensì all’assistenza. La prima infatti è prevista soltanto in caso di negato overbooking e in alcuni casi di cancellazione volo. Per quanto concerne il bagaglio danneggiato entro sette giorni dalla data di apertura del “rapporto di danneggiamento bagaglio” dovrà essere inviata tutta la documentazione necessaria all’Ufficio relazioni clientela e/o assistenza bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato. Quest’ultima quindi avvierà la pratica per il risarcimento.

Per quanto concerne lo smarrimento del bagaglio, infine, la Enac comunica che se entro 21 giorni dall’apertura della pratica di smarrimento bagaglio non vi fossero notizie si dovrà inviare la documentazione necessaria all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento.

Leggete anche: Volare con gli animali su Alitalia, Airfrance, Lufthansa, EasyJet, Ryanair, Wizz e su altre compagnie aeree.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,