Metroweb: la Cdp sceglie proposta di Enel per la banda larga

Banda larga, per Metroweb la Cdp sceglie proposta di Enel anche se Telecom offriva di più.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Banda larga, per Metroweb la Cdp sceglie proposta di Enel anche se Telecom offriva di più.

Banda larga – La società della fibra, Metroweb, ha scelto il gruppo dell’elettricità, Enel per 806 milioni, contro gli 820 proposti dall’ex monopolista delle tlc. Telecom aveva anche innalzato la posta mettendo in ballo anche il 100% di Sparkle, a cui fanno capo i cavi sottomarini. Enel è la soluzione preferita dal governo perché disposta alla “convivenza” con Cdp, mentre Telecom voleva il 100%.

Banda larga: la gara per l’aggiudicazione tra Enel e Telecom

A Telecom non è bastato mettere in ballo anche il 100% della società dei cavi sottomarini Sparkle, nella gara per aggiudicarsi Metroweb, la Cassa depositi e prestiti ha preferito comunque l’offerta di Enel, sponsorizzata dal premier Matteo Renzi. Quindi la Metroweb, di cui Cdp ha il 46,2% attraverso il Fondo strategico italiano, finirà all’Enel, il gruppo dell’elettricità per 806 milioni, cifra più bassa rispetto agli 820 proposti il 9 maggio dall’ex monopolista delle tlc. Che aveva poi alzato ulteriormente la posta dicendosi disponibile a cedere il controllo della preziosa e strategica rete di cavi che passa sotto il Mediterraneo.

Il presidente del Consiglio, ha ritenuto che quella di Enel sia la proposta migliore perché offre “una prospettiva strutturale sulla banda larga” e prevede la presenza “stabile” di Cdp nell’azionariato. Al contrario Telecom, controllata dalla francese Vivendi di Vincent Bolloré, era intenzionata a salire al 100%. La decisione, secondo le stesse fonti citate dall’AdnKronos, è stata accolta con disappunto dai principali soci e dai fondi internazionali azionisti di Telecom. L’offerta era finanziariamente e industrialmente più vantaggiosa.

Leggi anche:

Accordo fibra ottica

Fastweb, servizi fibra ottica

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Curiosità

I commenti sono chiusi.