Bancomat Pay arriverà il 1° gennaio 2019: ecco come cambieranno i pagamenti digitali e le agevolazioni

Dal 1° gennaio 2019 arriva Bancomat Pay 9: ecco come verranno rivoluzionati i pagamenti digitali e quali saranno le agevolazioni.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Dal 1° gennaio 2019 arriva Bancomat Pay 9: ecco come verranno rivoluzionati i pagamenti digitali e quali saranno le agevolazioni.

La data del 1° gennaio 2019 sancirà l’inizio della rivoluzione nei pagamenti elettronici per coloro che hanno una carta di debito Bancomat. Grazie all’intesa con Sia. che è un Gruppo Europeo attivo nella gestione, prgettazione e realizzazione dei servizi tecnlogici, Bancomat Spa lancerà il servizio Bancomat Pay. Ecco le info.

Bancomat Pay: le info

Il 1° gennaio 2019 si potrà iniziare ad utilizzare Bancomat Pay. Esso offrirà nuovi servizi di pagamento digitale per trentasette milioni di italiani. Potrà però essere utilizzato soltanto dai titolari di carte PagoBancomat delle Banche aderenti al servizio mediante la app della propria Banca o con l’app Bancomat Pay laddove essa manchi.

In pochissimi secondi e con il proprio smartphone sarà possibile effettuare non solo pagamenti ma anche trasferimenti di denaro senza avere la necessità di avere con sé la propria carta fisica o il Pin. Grazie al Pago Bancomat si avrà inoltre la possibilità non soltanto di ritirare contante e di fare acquisti ma anche di effettuare shopping online che era una prerogativa riservata solo a chi possedeva la carta di credito o la prepagata.

Cosa si potrà fare con Bancomat Pay?

Bancomat Pay si potrà utillizzare per effettuare acquisti su molti siti e-commerce nonché per pagare le tasse. Il tutto soltanto con la app di Home Banking di oltre quattrocento banche affiliate o quella ufficiale di Bancomat Pay. L’unica operazione da eseguire sarà soltanto quella di digitare il proprio numero di telefono che sarà abbinato al proprio bancomat. In questo modo non sarà necessario utilizzare la password o il numero di carta.

Con il Bancomat Pay si potranno acquistare prodotti sia nei negozi fisici che online, si potrannno effettuare pagamenti a favore della PA mediante la piattaforma PagoPa e trasferire somme di denaro tra privati. Per poter esplicare le operazioni citate, però, si dovrà essere titolari di una carta PagoBancomat emessa dalla propria Banca, effettuare pagamenti mediante la app della propria Banca o con l’app Bancomat Pay e abbinare la propria carta Bancomat e quindi l’Iban al proprio numero di telefono. Si evince inoltre che anche i pagamenti al di sotto dei 15 euro non avranno alcun costo.

Leggete anche: XME Conto Up di Banca Intesa Sanpaolo: il conto corrente gratuito per i tuoi figli.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente