Banca digitale da record raccoglie 1 milione in 10 secondi con equity crowdfunding

L'equity crowdfunding di Tandem porta a casa un milione di euro in appena 10 secondi. La banca digitale presenta numeri e progetti interessanti.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
L'equity crowdfunding di Tandem porta a casa un milione di euro in appena 10 secondi. La banca digitale presenta numeri e progetti interessanti.

Successo per l’equity crowdfunding di Tandem, banca digitale Le cifre sono da record e l’iniziativa ha fatto scalpore, facendo persino collassare la piattaforma Seedrs su cui viene realizzata. Tandem, la banca digitale senza filiali e che si consulta solo su smartphone, ha raccolto ben 850 mila sterline (oltre un milione di euro) in appena 10 secondi dal lancio della sua campagna di equity crowdfunding, battendo il precedente record di Mondo, che aveva raccolto un milione di sterline in appena un minuto e 36 secondi.

Nuova creatura di Ricky Knox

Ad oggi, Tandem ha raccolto qualcosa come circa 2,5 milioni di euro, per il 3,17% di equity da più di 1.500 investitori. Cinque di loro hanno messo a disposizione da un minimo di 99.000 a un massimo di quasi 400.000 sterline, mandando su tutte le furie i piccoli investitori, che temono che la campagna resti appannaggio degli istituzionali. Il successo dell’iniziativa lo si deve al fondatore della start-up, Ricky Knox, un ex consulente finanziario, già attivo nel panorama del fintech e padre di altre start-up vincenti, tanto che prima ancora di aprire la raccolta, ha ammesso di avere ricevuto un finanziamento di 27 milioni di sterline niente di meno che dal fondatore di eBay, Pierre Omidyar.

Come funziona Tandem

Ma cos’è Tandem? E’ una banca nuova, non solamente perché è digitale, ma anche per la condotta. Knox assicura che il business sarà imperniato sui prestiti e che se un cliente dovesse andare in rosso non sarebbe messo in croce. Non ci saranno penalizzazioni, assicura. La banca ti avvisa con un messaggio a ridosso di una qualche scadenza, come potrebbe essere il pagamento di una bolletta, aiutando il cliente a gestire meglio i suoi soldi, con l’obiettivo di fargli risparmiare fino a 3.000 sterline all’anno. La campagna sta andando così bene, che i termini sono stati prorogati e già oggi sono più di 7.500 i cofondatori ad averci puntato i loro quattrini. Si consideri che l’obiettivo era di raccogliere appena un milione di sterline, pari all’1,50% del capitale, che veniva stimato, quindi, prima dell’equity crowdfunding intorno ai 65 milioni. Ad oggi, l’obiettivo è stato superato del 216%.    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Prestiti