Aumenti luce e gas: stangata da luglio 2018, ecco di quanto ma come risparmiare?

Sono giunti gli aumenti di luce e gas: ecco i costi e qualche consiglio per risparmiare. Le Associazioni dei Consumatori, però, non ci stanno.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Sono giunti gli aumenti di luce e gas: ecco i costi e qualche consiglio per risparmiare. Le Associazioni dei Consumatori, però, non ci stanno.

E’ stato reso noto che dal 1° luglio 2018 aumenteranno le bollette di luce e gas. Sarà una vera e propria stangata in quanto i rincari saranno dello 6,5% per l’energia elettrica e dell’8,2% per il gas naturale. Le Associazioni dei Consumatori, però, non ci stanno in quanto temono che tali aumenti siano stati fatti per velocizzare il passaggio al mercato libero. Ma come risparmiare?

Aumenti luce e gas: la stangata di luglio 2018, ecco a quanto ammonterà

Le famiglie da questo mese subiranno un nuovo aumento che riguarderà le bollette di luce e gas. Mentre quelle dell’energia elettrica subiranno un rincaro del 6,5%, quelle del gas un aumento dell’8,6%. La comunicazione è giunta dall’Autorità di regolazione per l’Energia, Reti ed Ambiente che ha spiegato il motivo: l’accelerazione delle quotazioni del petrolio a seguito delle forti tensioni internazionali. Ciò ha influenzato di molto i prezzi del mercato all’ingrosso dell’energia con ripercussioni ovviamente sui clienti finali. I rincari riguarderanno non solo il mercato tutelato ma anche quello libero.

La spesa (al lordo delle tasse) per una famiglia tipo nel periodo compreso dal 1° ottobre al 30 settembre 2018 sarà di 537 euro con una variazione del +4,8% rispetto al periodo antecedente. Il rincaro annuo sarà quindi di 24 euro circa, come comunica l’Arera e ciò per l’energia elettrica.

Per quanto concerne il gas la spesa (al lordo delle tasse) per una famiglia tipo nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2017 ed il 30 settembre 2018 sarà di circa 1.o50 euro con una variazione del +2% rispetto ai dodici mesi equivalenti dell’anno precedente (ovvero 1° ottobre 2016 fino al 30 settembre 2017). Il rincaro annuo sarà quindi di circa 21 euro all’anno.

Associazioni dei Consumatori sul piede di guerra

Per l’Unione Nazionale dei Consumatori, invece, i rialzi saranno più alti. Calcolando dal 1° luglio 2018 al 1° luglio 2019, infatti, il rincaro per l’energia elettrica sarà di 33,5 euro mentre per il gas di 83,5 euro. Una stangata assurda secondo l’Unc che un dubbio: si crede, infatti, che ciò sia stato fatto per far sì che le famiglie (con un certo margine di anticipo) passino al mercato libero. Il mercato tutelato, come tutti ben sanno, infatti, sarà eliminato a luglio del prossimo anno.

Mercato libero dal 1° luglio 2019

A partire dal 1° luglio 2019 tutti gli utenti dovranno sottoscrivere un contratto di fornitura nel mercato libero scegliendo tra tutte le offerte proposte. Attenzione però alle truffe: la Confconsumatori ha allertato gli utenti sulla possibilità di ricevere telefonate che annunciano la fine del Mercato Tutelato quando essa avverrà invece definitivamente il luglio del prossimo anno. In tali chiamate si fa pressione affinché l’utente attivi contratti nel Mercato Libero.

Ma come risparmiare?

In primis, per risparmiare, è possibile sottoscrivere una delle offerte per chi passa da mercato tutelato al mercato libero. Esse sono molte e con prezzo bloccato per un anno. Secondo le stime di Ref Ricerche il risparmio di tale passaggio è stato in quest’ultimo anno in oscillazione tra il 3 ed il 13%. Per risparmiare, poi, per chi non lo sapesse è possibile fare domanda per il bonus luce e gas. Ma soltanto il 30% di coloro che ne hanno diritto per reddito basso ne fanno richiesta. Un altro consiglio per risparmiare su luce e gas è quello di effettuare una manutenzione periodica degli impianti e magari acquistare un timer per il riscaldamento. Per quanto concerne il condizionatore, consigliamo invece di acquistarne sempre uno di classe A++, di controllare bene le dispersioni ed eseguire un controllo mirato su di esso ogni anno.

Leggete anche: Risparmiare sulla bolletta energetica si può? Ecco come con le piante.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Rincari, Risparmiare