Aste giudiziarie: ecco cosa sono, perché un immobile va all’asta e quando avviene il pignoramento

Ecco cosa sono le aste giudiziarie, perché un immobile va all'asta e quando avviene il pignoramento.

di , pubblicato il
Ecco cosa sono le aste giudiziarie, perché un immobile va all'asta e quando avviene il pignoramento.

Le aste delle giudiziarie sono attività processuali  che si svolgono solitamente presso l’ufficio delle “aste giudiziarie del Tribunale” alla presenza del giudice fallimentare. Ciò quando si presenta un’esecuzione immobiliare o un fallimento. Succede in tali casi che vi sarà la vendita forzata di uno o più beni (come gli immobili) di persone sia fisiche che giuridiche che hanno dei debiti insoluti.

Con la vendita all’asta di tali beni, quindi, sarà possibile soddisfare in parte o completamente coloro che attendono di essere pagati ovvero i creditori. Ecco nel dettaglio perché un immobile va all’asta e come si arriva al pignoramento.

Info Aste giudiziarie: chi può partecipare e come?

Le aste “giudiziarie” si effettuano vendendo forzatamente un bene o più beni di una persona che ha contratto debiti senza essere riuscita a saldarli. Proprio con la vendita, quindi, si cerca di saldare il debito al creditore. All’asta possono partecipare sia persone giuridiche che fisiche ma non il debitore. Durante le aste, poi, si possono offrire delle somme di denaro per ottenere il bene (come ad esempio un immobile) che viene messo in vendita. Le informazioni riguardo al bene venduto all’asta si possono trovare  sui portali specializzati come astegiudiziarie.it. Su questo portale le offerte compariranno fino a quarantacinque giorni prima dell’asta.

Per quanto concerne la modalità di partecipazione, essa sarà diversa a seconda del Tribunale in cui essa avverrà e anche in base all’oggetto che verrà venduto. Il portale astegiudiziarie.it invita coloro che si presenteranno ad un’asta di leggere attentamente i documenti della vendita come l’avviso, l’ordinanza e la perizia. Inoltre sarà utile visionare ogni documento che il Giudice metterà a disposizione degli utenti. Tutta quanta la documentazione inerente alla vendita del bene si troverà anche presso la Cancelleria del Tribunale insieme al modulo che si dovrà presentare per partecipare all’asta.

Le mosse per partecipare alle aste giudiziarie e le info su quelle telematiche

Per poter partecipare ad un’asta giudiziaria, sarà necessario presentare la domanda che si troverà anche presso la Cancelleria del Tribunale, entro i termini fissati.

  Si ricorda che nella domanda dovrà essere necessariamente inserita un’offerta irrevocabile di acquisto insieme al deposito cauzionale nonché alla documentazione che sarà indicata nell’avviso di vendita.

Esistono anche le aste telematiche (applicate sia alle vendite private che a quelle giudiziarie). Esse si svolgono mediante l’utilizzo di internet in modo tale che le persone possano parteciparvi anche se non potranno essere fisicamente presenti sul luogo di vendita. Prima era facoltà del Giudice decidere se le vendite si dovessero celebrare con le modalità telematiche mentre da aprile 2018 è diventato un canale normale di vendita tranne in alcuni casi specifici.

Immobile all’asta e pignoramento

Un immobile va all’asta perché la persona fisica o giuridica ha un debito insoluto nei confronti di un debitore. Questo capita quando colui che aspetta il pagamento (creditore) con il titolo di credito (esempio con l’atto di mutuo) si reca in Tribunale. Da tale luogo, poi, viene inviato al debitore un precetto con il quale gli si da un’ultima possibilità di pagare i suoi debiti in un determinato periodo di tempo. Se ciò non si verifica avviene l’azione esecutiva ovvero il pignoramento dell’immobile. Il debitore, però, potrà continuare eventualmente a vivere in tale luogo e continuerà ad essere proprietario dell’immobile fino al decreto di trasferimento.

Leggete anche: Aste giudiziarie su automobili: come funzionano?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,