Assicurazioni: grande svolta digitale

Assicurazione: rivoluzione digitale con maggiori sconti e maggiore sicurezza.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Assicurazione: rivoluzione digitale con maggiori sconti e maggiore sicurezza.

Assicurazioni, grande svolta digitale: l’installazione a bordo dei sensori rileva-incidente determinerà una svolta significativa e rivoluzionaria per le offerte polizze assicurative.

Assicurazioni con Self Driving Car

Nel 2020 si prevedono che nove milioni di polizze telematiche, oltre un veicolo assicurato su quattro, con una raccolta complessiva di oltre 3 miliardi euro l’anno. I dati saranno maggiore nel 2018, quando su tutti i nuovi modelli di autovetture dovranno essere installati dei dispositivi in grado di rilevare gli incidenti di particolare gravità, tramite sensori analoghi a quelli che oggi attivano gli airbag, e chiamare automaticamente i soccorsi (112) attraverso un sistema vivavoce. A stabilirlo, la normativa europea e-call. L’introduzione di questi dispositivi “nativi” spingerà i costruttori auto a investire sui servizi telematici di bordo, pertanto, oltre all’assistenza in caso di incidente, le case costruttrici potranno erogare servizi di geo-localizzazione, ad esempio:

  • la ricerca del parcheggio più vicino;
  • controllo remoto dello stato del veicolo e di prevenzione dei guasti;
  • inoltre potranno raccogliere volumi sempre crescenti di dati per profilare i clienti in base allo stile di guida. Tali dati saranno materiale preziosissimo per i player assicurativi, che potranno sviluppare nuove offerte utilizzando i dati forniti direttamente dalle case auto.

La rivoluzione arriverà di fatto intorno al 2025, quando sono attese sul mercato le prime self-driving car, le auto che si guidano da sole. Fanno parte di questo scenario anche i produttori dei software che governeranno queste auto. Perciò saranno necessari nuovi strumenti assicurativi capaci di tutelare, oltre al proprietario della vettura, anche i produttori e gli sviluppatori di software stessi.

Assicurazioni: l’Italia prima in Europa per polizze Rca telematiche

Attualmente l’Italia è il primo mercato in Europa per polizze Rca telematiche, con circa 4,5 milioni di scatole nere installate sulle auto, dato rilevato fino al 2015. Le prime installazioni risalgono a metà degli anni 2000, ma è nell’ultimo triennio che i volumi sono cresciuti esponenzialmente. L’applicazione di sconti molto incisivi ha permesso alle compagnie di acquisire un numero crescente di clienti. Inoltre, l’evoluzione del contesto normativo, attraverso il ddl Concorrenza in discussione in questi giorni, dovrebbe ulteriormente sostenere la domanda di polizze telematiche, prevedendo degli sconti sulla polizza Rca legati all’installazione della scatola nera. Al consolidamento di questo mercato si sta accompagnando lo studio di modelli di tariffazione comportamentale sempre più evoluti e si stanno iniziando a esplorare le opportunità date dalla ricostruzione telematica dei sinistri, dove esiste un importante potenziale di miglioramento tecnico rispetto al tradizionale modello di liquidazione. Leggi anche: Assicurazione auto 2016: sconti e novità sui premi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Automobili, Assicurazioni auto, Polizze auto

Leave a Reply