Assicurazione diventa più flessibile e digitale: ecco perché

L'ultimo rapporto fornito dall'Ivass comunica che il numero di coloro che chiedono polizze di protezione sta aumentando: ecco le info.

di , pubblicato il
L'ultimo rapporto fornito dall'Ivass comunica che il numero di coloro che chiedono polizze di protezione sta aumentando: ecco le info.

L’ultimo rapporto fornito dall’Ivass, ovvero dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, comunica che ora anche le Chiese stanno stipulando delle polizze di protezione. Questo grazie alle detrazioni fiscali e alla voglia di premunirsi contro i danni causati dal maltempo nonché dal terremoto. Ecco quindi come cambia l’offerta assicurativa che diventa più flessibile e digitale.

Offerta assicurativa: diventa più flessibile e digitale

Dal rapporto semestrale dell’Ivass si evince che le assicurazioni nel nostro paese ( in particolar modo contro terremoti e maltempo) sono sempre più richieste.

Questo sopratutto grazie alla detrazione fiscale Irpef del 19% introdotta dal Governo sulle assicurazioni casa relative alle calamità naturali.  Chi sottoscrive tale tipologia di polizza di questo tipo e quindi contro il terremoto o altri eventi catastrofici può effettuare subito la richiesta di detrazione fiscale.

Parallelamente alla crescita delle assicurazioni per calamità naturali si assiste in tale mercato ad una maggiore digitalizzazione nonché alla creazione di servizi sempre più flessibili. C’è ad esempio la Digital Health che è un nuovo sistema di cura e di diagnosi che avviene mediante la tecnologia. Quest’ultima riesce a rendere il processo sia di cura che di diagnosi individuale nonché diverso per ogni singolo paziente. Così quest’ultimo si ritrova al centro del sistema.

La Smart Home, invece, è l’assicurazione sulla casa intelligente e sempre più connessa. Essa è considerata la casa del futuro perché user-friendly, automatizzata e sicura grazie all’utilizzo della tecnologia domotica.

Polizze sempre più richieste e flessibili

Sempre più medie e piccole imprese cercano dei prodotti che possano aiutarle a tutelarsi dagli imprevisti. E alcune assicurazioni, proprio a tali tipologie di clienti, offrono dei prodotti atti a garantire loro un valido sostegno economico. Quest’ultimo si manifesta mediante l’anticipo del 50% dell’indennizzo previsto nella polizza per aiutarli in questo modo a coprire i costi fissi quando il periodo di attività è morto e per affrontare allo stesso tempo mancati guadagni.

Possono essere stipulate delle polizze anche dai bar e ristoranti per coprire eventuali danni al locale per risse, rapine o atti vandalici.

Il risarcimento con tale tipologia di polizza è previsto anche per lo staff e per i clienti che subiscono un furto. C’è stata invece una contrazione nella seconda parte del 2018 del Pir ovvero del piano individuale di risparmio rispetto al semestre precedente.

Leggete anche: Assicurazione auto: Ivass segnala sito irregolare che vende polizze RC false e fornisce un vademecum contro truffe.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,