Assicurazione auto più alta se si guida con smartphone: ecco la rivoluzione americana

Assicurazione auto: attenzione alla guida con smartphone. Arriva l'assicurazione che spia all'interno dell'auto.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Assicurazione auto: attenzione alla guida con smartphone. Arriva l'assicurazione che spia all'interno dell'auto.

Guidare mentre si parla al telefono o si inviano messaggi è vietato per legge. Tale operazione, inoltre, è molto pericolosa non soltanto per chi guida ma anche per gli altri. Proprio per questo si sta sperimentando una nuova assicurazione auto grazie alla quale sarà possibile capire se il conducente della vettura sta utilizzando lo smartphone in modo improprio.

Assicurazione auto: la app in fase di sperimentazione

AllState è una multinazionale americana nonché la prima compagnia assicurativa che sta creando nuovi parametri per la pericolosità alla guida. La stessa ha condotto un importante studio su molti automobilisti confermando quello che già si sapeva ovvero che utilizzare il cellulare o lo smartphone mentre si guida fa aumentare la probabilità di avere un incidente stradale.

AllState, attraverso tale studio condotto dalla sua controllata Arity, ha quantificato che coloro che guidano utilizzando uno smartphone costano alla compagnia il 160% in più rispetto agli automobilisti che si attengono invece alle regole. Tale studio è stato possibile tramite un’applicazione collegata al giroscopio e l’accelerometro del cellulare che permette di capire se il dispositivo è poggiato su di una superficie o è tenuto in mano.

Smartphone mentre si guida: assicurazione più alta

Con l’applicazione, che al momento è in fase di sperimentazione, la compagnia AllState così come altre potranno capire se si utilizza lo smartphone mentre si è al volante. Se ciò risulterà essere veritiero allora a tale automobilista verranno applicate delle tariffe più alte mentre coloro che rispettano le norme stradali avranno tariffe più basse.

Gary Hallgren, che è l’amministratore delegato della Arity, ha detto che in questo modo si avranno premi più equi per tutti. Niente paura. Tale assicurazione che spia all’interno della propria vettura (per la legge sulla privacy) potrà essere utilizzata soltanto mediante l’autorizzazione da parte del cliente. Si spera che essa possa giungere quanto prima anche nel nostro paese in modo tale che sarà l’automobilista a decidere se affidarsi o meno ad essa. Leggete anche: Assicurazione auto per i nuovi patentati: ecco cosa fare per risparmiare sull’RC auto.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Automobili, Quattroruote