Arriva PagoPa al posto del modello Rav: sarà possibile pagare anche con lo smartphone, costi generali

PagoPa sostituirà gradualmente il bollettino Rav per saldare i debiti. Info e costi di PagoPa.

di , pubblicato il
PagoPa sostituirà gradualmente il bollettino Rav per saldare i debiti. Info e costi di PagoPa.

PagoPa sostituirà gradualmente il bollettino Rav per saldare i debiti. Grazie al codice Qr, poi, sarà possibile pagare anche mediante lo smartphone. Il servizio PagoPa potrà essere utilizzato anche per effettuare pagamenti di bolli, quote associative, tasse, rette, tributi ed altri tipi di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni locali e centrali.

Le info ed i costi generali.

PagoPa: ecco cos’è e come si dovrà utilizzare

PagoPa è una nuova modalità di pagamento grazie alla quale quest’ultimo potrà essere eseguito direttamente sul sito o sull’applicazione dell’ente come il proprio Comune. Ciò avvalendosi delle agenzie della propria Banca, usando l’home banking del proprio Psp, mediante gli sportelli della propria Banca qualora siano abilitati, presso i punti vendita Sisal, Banca 5 e Lottomatica e mediante gli Uffici Postali.

Potranno ricevere i pagamenti tramite PagoPa tutti gli Enti della Pubblica Amministrazione, le società private che forniscono servizi al cittadino (solo se avranno aderito) e le società a controllo pubblico.

Le info sul bollettino Rav

Il modulo PagoPa così come il bollettino Rav potrà essere pagato in modalità online oppure presso le tabaccherie, le Banche, le Poste o gli altri canali che aderiscono a tale circuito. Si dovrà però portare con sé il modulo di pagamento inserito in cartella. Esso conterrà due sezioni che si dovranno utilizzare alternativamente in base al canale che si sceglierà. Ci sarà la sezione “Banche ed altri canali” con un codice Cbill ed un Qr Code e l’altra per i pagamenti presso “Poste Italiane”. Quest’ultimo sarà caratterizzato dal riquadro “Data Matrix”.

L’elemento fondamentale sarà il codice modulo di pagamento che conterrà diciotto cifre e consentirà il collegamento all’atto ricevuto o alla cartella. Ricordiamo che il modulo è stampato fronte/retro e potrà essere usato sia per pagare in un’unica rata o in più rate in base al documento specifico al quale sarà allegato (ad esempio una rateizzazione). Per pagare con smartphone o tablet si dovrà inquadrare il QR Code o il data Matrix.

Sarà poi il sistema ad identificare subito il versamento da effettuare.

I costi generali di PagoPa

Le commissioni per chi effettuerà pagamenti mediante PagoPa invece della Home Banking/Cbill saranno variabili e partiranno da zero euro in base al rapporto che ci sarà tra il cliente e la Banca. Se prima utilizzando il sistema di pagamento Atm o Agenzia Bancaria si pagavano 2 euro ora con PagoPa si partirà da 1.30 euro. Con il bollettino postale prima si pagavano 1.10 -1.50 euro mentre adesso con PagoPa il costo resterà lo stesso. Resterà invariato anche il costo di 2 euro se il pagamento verrà eseguito mediante Sisal e Lottomatica.

Varierà invece per Banca 5: prima era di 2 euro mentre con PagoPa di 1.70 euro. Infine mentre prima i pagamenti con Paypal non erano sempre disponibili, adesso con PagoPa lo saranno in base al tipo di conto che si avrà o al tipo di carta che si utilizzerà. Per tutti i costi, ecco il link ufficiale.

Leggete anche: PagoPa: cos’è, come funziona, cosa si può pagare e costi di commissione.

[email protected]

Argomenti: ,