Amazon consegna programmata, ecco come scegliere il giorno e l’orario per ricevere il pacco

Su Amazon arriva la consegna programmata, potrete scegliere anche l'orario.

di , pubblicato il
Su Amazon arriva la consegna programmata, potrete scegliere anche l'orario.

Arriva anche la consegna programmata su Amazon, si tratta di un’iniziativa a pagamento, quindi in verità al momento non sappiamo ancora quanto lungimirante, che permette di scegliere a che ora e in quale giorno, naturalmente, ricevere il pacco. Ma vediamo nel dettaglio come funziona.

Amazon, consegna programmata

Non c’è ancora un elenco preciso delle città in cui la funzione è disponibile, per ora infatti pare che Torino, Milano e Firenze ne siano senza dubbio provviste, grazie alle segnalazioni del lettori. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. Da oggi, in pratica, quando si fa un acquisto di Amazon, si potrà scegliere quando ricevere il pacco, quindi scegliendo il giorno della consegna e anche l’orario, con un interpella di 2 ore per la consegna. Ciò significa che se avremo fatto un acquisto e proprio non vogliamo che il corriere rischi di no trovarci, allora potremo usufruire di questa funzione.

Come dicevamo, però, la funzione non è gratis, la consegna programmata costa infatti 4,99 euro per gli utenti Prime, mentre coloro che non sono abbonati pagheranno addirittura 10,99 euro. Si tratta quindi di un servizio che sicuramente rimarrà di nicchia, ma che indubbiamente avrà però anche un suo pubblico. Pensiamo ad esempio all’acquisto di un televisore. Scegliere, con un piccolo extra, in quale giorno e a che ora deve venire il corriere a consegnarcelo, posterebbe sicuramente essere una soluzione intelligente, soprattutto se non siamo sempre in casa. Ma vediamo quali sono gli orari che si possono scegliere:

09:00 – 11:00
11:00 – 13:00
14:00 – 16:00
16:00 – 18:00
19:00 – 21:00
21:00 – 23:00

I giorni a disposizione invece sono dal lunedì al venerdì, questo significa quindi che le consegne nei weekend rimarranno esclusivamente quelle classiche. La soluzione quindi sembra direttamente indirizzata verso i lavoratori tradizionali, quelli da ufficio, per intenderci, ossia coloro che lavorano nei giorni infrasettimanali e che stanno poi a casa e non hanno necessità di programmare i tempi di consegna nel sabato e nella domenica.

Potrebbe interessarti anche Buoni fruttiferi postali: ecco tutti i titoli prescritti dal 1° agosto 2020

Argomenti: