Alleggerire il salasso della bolletta della luce si può: ecco come

In vista degli annunciati aumenti di questo mese che saranno del 2,6% per l'elettricità, ecco consigli per risparmiare sulla bolletta elettrica eliminando i consumi nascosti.

di , pubblicato il
risparmiare bolletta elettrica

In vista degli annunciati aumenti di questo mese che saranno del 2,6% per l’elettricità, ecco alcuni semplici consigli per alleggerire il salasso della bolletta elettrica eliminando del tutto anche quei consumi nascosti che possono incidere fino al 40% sul consumo medio annuo.

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Anche se tutti i dispositivi elettronici sono spenti il contatore di casa corre lo stesso. Il motivo? È lo stand-by ovvero quando elettrodomestici e dispositivi si lasciano semplicemente a riposo e non si spengono del tutto. L’esempio principale riguarda il televisore che pensiamo di spegnere lasciando però la spia rossa accesa. Il problema è che lo standby consuma e può incidere fino al 40% sul consumo medio annuo di una casa (3.300 kilowattora) con una spesa che può arrivare anche a 250 euro.

Ciò è quanto rivela un’analisi effettuata dalla Midori, una PMI con sede all’Energy Center del Politecnico di Torino grazie allo smart meter Made Italy (NED). Quest’ultimo, infatti collegandosi al quadro elettrico della casa ha consentito di monitorare i consumi individuando anche quelli che non sono semplici da rilevare. I dati raccolti da NED rivelano che piccoli e grandi elettrodomestici incidono sul consumo di energia non soltanto quando vengono utilizzati ma anche quando si trovano, come detto, in stand by. Cosa fare allora?

Consigli per risparmiare sulla bolletta

Sicuramente il primo consiglio per ridurre i consumi in bolletta è quello di prestare attenzione allo stand-by. I dispositivi elettronici, infatti, anche se spenti continuano a consumare energia. Ad esempio i computer, i televisori e le stampantida soli possono essere responsabili addirittura del 40% dei consumi nascosti. Le analisi di NED, infatti, hanno rilevato che i decoder lasciati in standby, ad esempio, consumano fino a 700 kWh al giorno e quindi 255 kWh  all’anno per una spesa annua che arriva a quasi 60 euro.

Spegnendo tale dispositivo quando non si usa o la notte si potrà risparmiare fino al 65% e quindi fino a 40 euro all’anno.

Anche i condizionatori consumano se vengono lasciati in standby. Il suggerimento è, quindi, quello di staccare sempre la spina o l’interruttore del quadro elettrico quando esso non viene utilizzato. E ancora, staccare la spina ed installare pulsanti o multiprese. Con queste ultime, infatti, si potranno spegnere più dispositivi ed elettrodomestici in un colpo solo. In alternativa si potranno installare degli interruttori smart monitorabili anche a distanza per essere certi dei consumi che si fanno quando non ci si trova casa.

Consigliamo, per risparmiare sulla bolletta della luce, infine anche di scegliere elettrodomestici moderni con classe energetica elevata quale A, A+, A++ e A+++. Anche se restano in standby, infatti, consumano di meno rispetto ai vecchi elettrodomestici. Bisognerà infine controllare che non vi siano eventuali guasti o perdite.

Leggete anche: Bolletta luce, acqua, gas, Tim, Enel in ritardo cosa fare?.

[email protected]

Argomenti: ,