Addebito in conto corrente: ecco come funziona e cos’è

Ecco cos'è e come funziona l'addebito in conto corrente.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco cos'è e come funziona l'addebito in conto corrente.

Con l’addebito in conto corrente si eviterà di pagare le utenze domestiche in quanto non ci si dovrà per forza recare in una Banca o alle Poste. Il meccanismo è semplice: il versamento sarà fatto dalla Banca direttamente all’ente interessato. Ma l’addebito conviene e sopratutto come funziona?

Cos’è l’addebito in conto corrente? Fa risparmiare?

L’addebito in conto corrente permette al correntista di evitare di pagare personalmente le fatture in quanto sarà lo stesso la Banca ad effettuare il versamento all’ente interessato. Da parte del correntista, quindi, vi sarà un notevole risparmio di tempo e non solo. Si avrà anche la sicurezza di non dimenticare mai di pagare evitando così more sugli importi che si dovranno corrispondere.

Solitamente tale servizio sia presso le Banche che le Poste è gratuito per cui diventa una soluzione economica e vantaggiosa per tutti. L’addebito in conto, poi, potrà essere richiesto non solo per le utenze tipo luce, acqua e gas ma anche per altri servizi come il pagamento mensile della palestra. Molte di queste ultime, infatti, fanno degli sconti ad hoc per chi accredita il pagamento sul proprio conto. Anche le aziende per utenze domestiche come telefono, acqua, luce e gas fanno sconti a chi addebiterà la fattura in conto.

Addebito in conto corrente come funziona

Ovviamente il titolare del conto corrente dovrà autorizzare il versamento diretto del denaro ai vari enti. Per l’attivazione di tale servizio si dovrà dare mandato alla propria Banca mediante modelli messi a disposizione da essa. In questo modo, quindi, il correntista darà autorizzazione alla propria Banca di effettuare  pagamenti presso gli enti creditori sulla base di specifiche istruzioni che il cliente leggerà prima di dare l’autorizzazione. Ricordiamo che tale procedura sarà possibile anche per coloro che hanno carta di credito.

Qualora si subisse un addebito (autorizzato con mandato) ingiustificato per il quale si volesse ricevere rimborso, si potrà richiedere alla Banca per iscritto di essere rimborsati  e la richiesta andrà fatta entro otto settimane dall’addebito. Leggete anche: Conto corrente zero spese Widiba 2018: caratteristiche e info buono regalo Amazon di 120 euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente

I commenti sono chiusi.