Acquisti online Natale 2018: ecco tutto quello che c’è da sapere tra reso, sicurezza e diritto di ripensamento

Ecco tutto quello che c'è da sapere tra reso, sicurezza e diritto di ripensamento in vista degli acquisti online di Natale 2018.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco tutto quello che c'è da sapere tra reso, sicurezza e diritto di ripensamento in vista degli acquisti online di Natale 2018.

I diritti di coloro che effettuano acquisti online sono regolati dal Codice del Consumatore. Soltanto una persona su due, però, sa quali sono i suoi diritti. Ecco allora cosa c’è da sapere quando si acquista online tra reso, sicurezza e diritto di ripensamento sopratutto in vista del Natale 2018.

I diritti dei consumatori digitali

Il Codice del Consumatore italiano adotta la Direttiva Europea e si rifà alle sentenze dalla Corte Europea. Non tutti gli italiani, però, sanno di avere dei diritti quando fanno degli acquisti in modalità online. In primis costoro non sanno che c’è il diritto al ripensamento (stabilito dal codice del consumo). Che significa ciò? Ebbene che quando si compera un prodotto si avranno 14 giorni di tempo ripensarci. Questa regola, però, non vale per i prodotti che rischiano di deteriorarsi come alcune tipologie di cibo ma vale, ad esempio, per acquisti di olio e conserve.

Qualora il prodotto sia difettato, invece, non varrà il principio del diritto di ripensamento bensì il rimborso del denaro speso o la sostituzione dell’articolo. Gli abusi da parte dei venditori, però, sono abbastanza frequenti per cui quando non verranno riconosciuti i 14 giorni di diritto di recesso si dovrà fare un reclamo al Garante della concorrenza e del mercato o chiedere assistenza ad un’associazione di consumatori che porterà avanti la pratica commerciale.

Il tema della sicurezza quando si fanno acquisti online in vista del Natale 2018

Secondo una ricerca effettuata da YouTrend per C4DiP soltanto il 42% delle persone ha salvato sul proprio telefono il numero da chiamare immediatamente qualora la carta venga rubata o si perda. Sempre secondo la ricerca, poi, il 40% delle persone è cosciente del fatto di poter essere rimborsato completamente qualora vi sia illecito addebito. Si avrà però un tempo massimo per fare richiesta ovvero tredici mesi. Il suggerimento è quindi quello di annotare quanto comunicato.

Un consiglio importante quando si effettuano acquisti online, inoltre, è quello di controllare la veridicità del sito. Se questo non presenta la Partita Iva bisognerà accantonarlo immediatamente in quanto essa è obbligatoria. Qualora, invece, si abbia incertezza si potrà consultare sul sito dell’Agenzia delle Entrate se essa esiste e sopratutto a cosa corrisponde.

Infine quando si effettua un acquisto non ci si dovrà soffermare troppo sulle recensioni. Esse infatti non sempre sono affidabili. Infine si ricorda che quando si contatta il servizio clienti di un sito e-commerce la telefonata dovrà costare quanto una normale e non dovrà essere richiesto nessun supplemento aggiuntivo per il servizio clienti.

Leggete anche: Risparmiare acqua: ecco alcuni consigli utili.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Risparmiare