Acquistare un immobile all’asta: ecco cosa sapere prima di comprare una casa

Acquistare un immobile all'asta può far risparmiare davvero tanto: bisognerà però prestare attenzione ad alcune cose.

di , pubblicato il
Acquistare un immobile all'asta può far risparmiare davvero tanto: bisognerà però prestare attenzione ad alcune cose.

Acquistare un immobile all’asta può far risparmiare davvero tanto. Bisogna però prestare attenzione ad alcune cose prima di cimentarsi in tale impresa. In questo modo si eviteranno fregature e non si butterà via denaro prezioso.

Ma perché gli immobili vengono messi all’asta? Uno dei motivi, purtroppo, è la crisi economica a causa della quale molti non riescono a pagare i propri debiti per cui il creditore così recupera il denaro che gli spetta. Può succedere poi che in caso di fallimento le aziende vedano alienati i propri beni. Gli immobili all’asta, poi, possono anche essere quelli degli enti pubblici che quando li vendono devono farlo obbligatoriamente mediante l’asta che garantisce la massima trasparenza.

Detto ciò, ecco cosa sapere prima di acquistare un immobile all’asta.

Immobile all’asta: occhio a cosa verificare prima dell’acquisto

Prima di acquistare un immobile venduto all’asta si dovrà leggere attentamente la perizia. Quando una casa viene pignorata, infatti, viene nominato un perito che avrà il compito di effettuare una relazione dettagliata per attestare le condizioni dell’immobile ed il suo valore. Leggendo si dovrà prestare attenzione ai possibili abusi edilizi e se essi sono sanabili. Inoltre bisognerà controllare la planimetria della casa, i dati catastali, lo stato degli impianti e tante altre cose. Per avere un quadro chiaro ci si potrà rivolgere, ad esempio, ad un tecnico di fiducia. La perizia, ricordiamo, insieme ad altra documentazione, sarà disponibile sul sito in cui verrà pubblicizzata l’asta o presso la cancelleria del Tribunale o studio professionista incaricato.

Si dovrà poi controllare sempre qual è la propria disponibilità economica. Si dovranno infatti avere fondi sufficienti per portare a termine la trattativa.

Acquistare casa all’asta: ecco cosa controllare sempre

Prima di acquistare una casa all’asta sarà inoltre importante (qualora ci sia possibilità) di visitare l’immobile per il quale si intende fare l’offerta. In questo modo si potrà constatare qual è lo stato reale e sopratutto se l’immobile è occupato da qualcuno.

La legge consente infatti che si potrà continuare a vivere nella casa messa all’asta anche se è in corso una procedura esecutiva. L’occupazione, poi, durerà fino al decreto di trasferimento che ci sarà quando la casa sarà aggiudicata. Sarà quindi necessario controllare bene l’avviso di vendita per capire se è prevista la liberazione della casa quando quest’ultima verrà aggiudicata o dopo quando ci sarà la firma del decreto da parte dell’immobile. Qualora l’occupante, infine, non libererà di sua spontanea volontà la casa potrà essere richiesto il rilascio forzato di essa con l’ausilio di un ufficiale giudiziario.

I vantaggi dell’acquisto all’asta di una casa

Se si seguiranno i consigli su indicati allora varrà la pena di provare ad aggiudicarsi una casa all’asta anche perché si potrebbe davvero fare un affare pagando un immobile ad un prezzo di vendita inferiore rispetto a quello reale. Si potrà poi risparmiare sull’onorario del notaio ma anche sulle provvigioni dell’agenzia immobiliare. E ancora, in molti Tribunali non è nemmeno più necessario pagare il fondo spesa del 15%20% che si versa insieme alla cauzione, si potrà pagare il saldo del prezzo a rate facendo un accordo preliminare e infine sarà possibile subentrare al mutuo del debitore con la Banca creditrice.

[email protected]

Argomenti: ,