1° ottobre 2018: stangata d’autunno per bollette gas, luce, telefonia Wind ma anche per generi alimentari

La stangata d'autunno è arrivata oggi 1° ottobre 2018: aumenti per bollette gas, luce, telefonia Wind ma anche per generi alimentari.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
La stangata d'autunno è arrivata oggi 1° ottobre 2018: aumenti per bollette gas, luce, telefonia Wind ma anche per generi alimentari.

Non c’è pace per le tasche degli italiani. Dal 1° ottobre 2018, infatti, arriverà la stangata d’autunno che riguarderà le bollette del gas, della luce ma anche della telefonia Wind. Anche il mese di novembre sarà all’insegna degli aumenti ma per chi ha la rete fissa TIM. Ecco cosa succederà da oggi.

Luce e Gas: aumenti da oggi 1° ottobre 2018

L’Arera, che è l’Autorità di regolazione Energia ed ambiente, ha comunicato che a partire da oggi scatteranno gli aumenti per luce e per gas. Per l’elettricità, il rincaro sarà del 7,6% mentre per il gas del 6,1%. Purtroppo ciò peserà come sempre sulle tasche delle famiglie. Secondo uno studio condotto dall’Unione Nazionale Consumatori su base annua  e quindi dal 1° ottobre 2018 al 1° ottobre 2019 si spenderà 67 euro in più per il gas e 42 euro per la luce per un totale di 109 euro. Un salasso secondo Marco Vignola che è il responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori dato che nel 2018 ci sono già stati degli aumenti importanti. Nel totale l’aumento del gas è stato del 13,6% mentre quello della luce dell’11,4%. Tutto questo, purtroppo, aumenterà anche i costi per le imprese agroalimentari con un conseguente aumento di prezzi per tali prodotti. Il tutto sempre a scapito dei cittadini e sopratutto delle fasce più deboli.

Gli aumenti di ottobre non sono finiti: arrivano anche quelli di Wind

Il 5 ottobre 2018 sarà il giorno nero per i clienti di rete fissa Wind che hanno ricevuto una comunicazione in fattura. Costoro avranno infatti un aumento di 2,50 euro al mese pari a 30 euro annui. Il passaggio ad altro operatore ed il recesso senza pagare penali o costi di disattivazione è ancora possibile ma il tempo sta per scadere. Tale operazione sarà infatti possibile entro il 4 ottobre utilizzando i seguenti canali:

  • raccomandata con ricevuta di ritorno a ” WIND Tre SpA. – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano”,
  • Pec a “[email protected]”,
  • punti vendita Wind, chiamare il 155 o
  • invio di richiesta all’area clienti Wind nella sezione “Assistenza guidata”.

In tutti i casi, comunque, la causale di recesso dovrà essere la seguente “modifica delle condizioni contrattuali”. Vi anticipiamo, infine, che anche i clienti di rete fissa TIM dal 1° novembre subiranno aumenti che andranno da 0,27 centesimi a 1,90 euro. Ciò sempre per lo stesso motivo ovvero quello di migliorare la qualità del servizio. Coloro che hanno ricevuto o riceveranno la comunicazione in fattura, potranno recedere entro il 31 ottobre 2018 senza penali o costi di disattivazione.

Leggete anche: Risparmiare sui viaggi: ecco come fare per avere sconti fino al 49% e i mesi più convenienti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Rincari, Per la casa, Offerte Wind, Utenze domestiche