'Wind, rendimento bond in ribasso con conti in miglioramento-

Wind, rendimento bond in ribasso con conti in miglioramento

L’ottima performance dei conti trimestrali di Wind spinge in rialzo le quotazioni dei bond high yield

di , pubblicato il
L’ottima performance dei conti trimestrali di Wind spinge in rialzo le quotazioni dei bond high yield

I rendimenti delle obbligazioni high yield Wind si sono abbassati. La buona performance economica del terzo operatore di telefonia mobile in Italia ha infuso maggiore sicurezza al debito del gruppo controllato dai russi di VimpelCom.

I bond Wind Acquisition 7% in euro con scadenza aprile 2021 (codice ISIN XS1055940206) hanno raggiunto quota 104 mettendo a segno un rialzo di 10 figure in sei mesi per un rendimento a scadenza del 6,08%. Bene anche le obbligazioni a tasso variabile Wind Acquisition 4,93% con scadenza aprile 2019 (codice ISIN XS0922256580) che vengono scambiate a 103 con un progresso di quattro figure dall’inizio di ottobre. Su queste ultime – secondo gli esperti – potrebbe scattare la call alla pari nel 2017 nell’ambito di un piano di rifinanziamento dei debiti a breve scadenza della compagnia, il cui ammontare totale supera i 9 miliardi di euro e ha un costo decisamente superiore a quello dei competitor Tim e Vodafone. Le obbligazioni Wind sono senior secured e godono di rating BB- per l’agenzia Standard & Poor’s.

Wind, ricavi in crescita del 6,4% nel terzo trimestre 2016

Wind torna a crescere nei primi nove mesi dell’anno realizzando risultati positivi e confermando il trend di miglioramento con un’accelerazione nel terzo trimestre. Nei primi nove mesi dell’anno – si legge in una nota – i ricavi totali, pari a 3,31 miliardi di euro, tornano a crescere, del 2,0%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il terzo trimestre mostra una forte accelerazione, con ricavi in aumento del 6,4%. I ricavi totali, trainati dall’ottimo risultato del mobile, mostrano i ricavi da servizi praticamente stabili e confermano il solido successo dell’opzione commerciale “Telefono Incluso”. I ricavi da servizi mobili, al 30 settembre del 2016, dimostrano il trend di miglioramento, +0,3% con il terzo trimestre a +1,8%.

Il segmento internet mobile mantiene costante la crescita a doppia cifra nei ricavi, +14,9%, con la base clienti che si attesta a 11,7 milioni, in aumento del 3,5% arrivando al 56% della base clienti mobile totale, pari a 20,7 milioni.

Ebitda Wind in aumento del 10,9% nel terzo trimestre

L’Ebitda si attesta a 1,25 miliardi, in aumento rispettivamente dell’1,9% nei primi nove mesi dell’anno e del 10,9% nel terzo trimestre. Il margine Ebitda nei primi nove mesi del 2016 è pari al 37,8% registrando nel terzo trimestre un eccellente 40,8%. Wind ha investito oltre 514 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno, continuando a rafforzare ed estendere la propria rete 4G, la cui copertura al 30 settembre supera il 68% della popolazione. La copertura 3G si estende su tutto il territorio nazionale, raggiungendo il 98,6% della popolazione, di cui il 75% può navigare in mobilità a 42 mbps.

Entro fine anno al via joint venture fra Wind e 3 Italia

Dopo l’approvazione, il primo di settembre, da parte della Commissione Europea della joint venture paritetica tra Wind e 3 Italia, ad ottobre VimpelCom e CK Hutchison hanno ricevuto anche l’approvazione finale dal Ministero per lo Sviluppo Economico per la creazione dell’operatore mobile leader in Italia. Il completamento dell’operazione è previsto entro fine anno. L’attività combinata dovrebbe dare vita a un colosso con 31 milioni di clienti di rete mobile e 2,8 clienti di rete fissa per un valore netto che nel 2017 supererà i 5 miliardi di euro.

Argomenti: ,