Waste Italia: obbligazionisti e azienda cercano accordo per evitare il default

Costituito comitato bondholders dopo il mancato pagamento della cedola sul bond Waste Italia 10,50% 2019 (XS1139056037)

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Costituito comitato bondholders dopo il mancato pagamento della cedola sul bond Waste Italia 10,50% 2019 (XS1139056037)

Waste Italia cerca di evitare il default. Il comitato degli obbligazionisti del gruppo Waste Italia è pronto a lavorare in modo efficace con Waste Italia e con i suoi advisor, al fine di sviluppare e implementare una ristrutturazione del Bond high yield Waste. E’ quanto si legge in una nota della società dove appunto il Gruppo Waste Italia, la sua controllata Waste Italia e il costituito Comitato degli Obbligazionisti (i cui partecipanti sono detentori di circa il 50% del Bond Waste infra definito), rendono noti alcuni aggiornamenti in merito all’operazione di revisione strategica della struttura del capitale della Società. In questo ambito, prosegue la nota, l’emittente informa che a seguito della nomina di Rothschild e Orrick in qualità di advisor finanziari e legali del Cocom (Comitato Obbligazionisti), di Alvarez & Marsal come consulente industriale indipendente, un processo di due diligence è in fase di avvio e tutte le Parti auspicano una rapida discussione dei risultati emersi dalla revisione strategica della struttura.Il Bond Waste si riferisce ai “Senior Secured Notes” di 129,875 di euro 10,5% novembre 2019 ISIN: XS1139056037 e di 70,125 milioni di euro, 10,5% novembre 2019 (144A) ISIN: XS1139021676  

Waste Italia: comitato bondholders al lavoro con azienda e advisors

  Pietro Colucci, presidente e amministratore delegato del Gruppo, ha sottolineato che “sono stati compiuti nel corso delle ultime settimane passi importanti in riferimento all’Operazione e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con il Cocom e con i loro consulenti con lo spirito di trovare una consensuale soluzione e creare una stabile piattaforma di business per il raggiungimento degli obiettivi previsti nel business plan”. Il Cocom ha espresso la sua volontà a lavorare in modo costruttivo con la società: “Siamo pronti a lavorare in modo efficace con Waste Italia e con i suoi advisor, al fine di sviluppare e implementare una ristrutturazione del Bond Waste con l’obiettivo di preservare il valore del business”. Le discussioni con il Cocom saranno focalizzate sul Bond Waste e non sono attualmente previsti aggiustamenti in merito al personale, clienti, partner commerciali, fornitori ed altri creditori. Queste discussioni progrediranno in parallelo con il processo di due diligence il quale non avrà alcun impatto sull’operatività di business della Società e del Gruppo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove obbligazioni, Obbligazioni High Yield, Obbligazioni Waste Italia