Vontobel AM: dopo vittoria Bolsonaro in Brasile, cosa cercare da oggi in poi?

Secondo Vontobel ci sono molte opportunità là fuori, ma per gli investitori obbligazionari, i tamburi di samba tacciono in Brasile e il carnevale è in attesa

di Enzo Lecci, pubblicato il
Secondo Vontobel ci sono molte opportunità là fuori, ma per gli investitori obbligazionari, i tamburi di samba tacciono in Brasile e il carnevale è in attesa

Thierry Larose, gestore di portafoglio di Vontobel Asset Management, ha passato in rassegna le ragioni alla base della vittoria di Bolsonaro in Brasile provando a tracciare anche le coordinate di quello che potrebbe avvenire adesso. Secondo l’analista il candidato di estrema destra Jair Messias Bolsonaro del Partito Social-Liberale (PSL) è stato eletto 38° presidente del Brasile, sconfiggendo con un ampio margine di dieci punti percentuali il candidato di sinistra Fernando Haddad del Partito dei Lavoratori (PT), ottenendo il 55% dei voti validi nel ballottaggio delle elezioni presidenziali. Il suo successo si è basato principalmente su una campagna aggressiva contro i leader del Partito dei Lavoratori, i quali è stato in grado di dipingere come “amici” che avrebbero saccheggiato il Paese durante i loro 13 anni di (sbagliata) amministrazione.

I punti di vista e le opinioni controverse di Bolsonaro lo hanno messo allo stesso livello di altri leader nazionalisti-populisti che hanno avuto successo in tutto il mondo negli ultimi 2-3 anni, ma vale la pena analizzare il significato della narrazione da lui scelta.

Che cosa differenzia Bolsonaro dai suoi “alter ego populisti” presenti altrove nel mondo?

La risposta è non molto. È infatti in linea con Donald Trump, con il quale è probabile che mantenga un rapporto amichevole e costruttivo, e con altri leader populisti del mondo in generale. L’unico elemento di differenziazione potrebbe essere la sua sincera nostalgia per la dittatura militare che ha governato il paese tra il 1964 e il 1985. La principale conseguenza è che il suo primo governo includerà un numero non visibile (dalla fine della dittatura militare) di ufficiali militari in pensione che si suppone siano più efficienti e meno inclini alla corruzione. Se questa si rivelerà una buona scelta o meno dovrebbe essere di poca importanza per gli investitori. L’unica cosa che conta sarà vedere la sua capacità/abilità, con l’aiuto del suo futuro Capo di stato maggiore Onyx Lorenzoni, di negoziare e scendere a compromessi con un congresso frammentato al fine di attuare le riforme. Considerata l’assenza di un loro track record e la tendenza di Bolsonaro al confronto piuttosto che al compromesso, il loro successo è tutt’altro che scontato.

Qual è il piano di Bolsonaro per cercare di ripristinare la prosperità economica?

In realtà non ha un piano chiaro. I suoi punti di vista più forti riguardano la lotta alla criminalità e alla corruzione, la difesa dei valori tradizionali, e comunque confessa di non sapere molto sull’economia. Tutto ciò che riguarda l’economia sarà delegato al suo superministro delle finanze Paulo Guedes, un ragazzo ultra neoliberale di Chicago “in missione” per ridurre il peso dello Stato sull’economia. Il suo programa favorevole al mercato include massicci tagli alle tasse e alla spesa pubblica, nonché un ambizioso programma di privatizzazione. Finora, i mercati gli hanno dato molto credito, ma il rischio di esecuzione incombe su di lui, così come il rischio di antagonismo tra Bolsonaro disposto a piacere a tutti e Guedes cercando esattamente il contrario.

Cosa aspettarsi dai mercati da questo momento?

Il premio per il rischio delle attività brasiliane è diminuito fortemente di recente (in azioni, FX, tassi e credito), ma ora vediamo spazio per la volatilità a due vie da qui in quanto le valutazioni sembrano essere un po’ compiacenti rispetto ai rischi sopra descritti. In altre parole, non è un brutto momento per incassare i profitti se si è abbastanza furbi da guidare il rally, mentre si consiglia cautela per coloro che si sentono abbastanza coraggiosi da esprimere una visione forte. Il reddito fisso dei mercati emergenti è una classe di attività ampia e diversificata. Ci sono molte opportunità là fuori, ma a nostro avviso, per gli investitori obbligazionari, i tamburi di samba tacciono in Brasile e il carnevale è in attesa. Per ora.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia, Bond Brasile