Vivendi lancia bond per 1,5 miliardi di euro a 5 e 10 anni

Le obbligazioni Vivendi (FR0013176302, FR0013176310) rendono poco più del 1,85%. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni Vivendi (FR0013176302, FR0013176310) rendono poco più del 1,85%. Tutti i dettagli

Vivendi, gruppo mediatico francese che controlla Telecom Italia ha lanciato bond per 1,5 miliardi di euro. L’operazione di collocamento obbligazioni Vivendi è stata strutturata da un pool di banche internazionali su due tranches a 5 e 10 anni. Come precisa una nota di Vivendi, la prima tranche, per un importo da 1 miliardo di euro con un coupon dello 0,75% (codice ISIN FR0013176302), e’ stata emessa al prezzo del 99,396%, che corrisponde a un rendimento dello 0,874%. La seconda tranche, per un importo di 500 milioni di euro con un coupon dell’1,875% (codice ISIN FR0013176310), e’ stata emessa con un prezzo del 99,684%, pari a un rendimento dell’1,91%. “In un contesto di mercato particolarmente favorevole”, l’operazione, che ha registrato una richiesta superiore di 3,5 volte rispetto all’offerta, “e’ principalmente mirata al rifinanziamento ad ottime condizioni” di un bond da 500 milioni in scadenza al primo dicembre prossimo e di un bond da 750 milioni, in scadenza al 31 marzo, spiega Vivendi. L’emissione, che e’ stata collocata presso investitori istituzionali, permette inoltre di aumentare la maturita’ media del debito obbligazionario della societa’ da 1,7 anni a 3,9 anni.  

Vivendi, utili in calo nel primo trimestre 2016

  Il gruppo mediatico Vivendi ha registrato un calo dei ricavi e degli utili core nel primo trimestre, in scia alla forte competizione e al cambio dei gusti dei consumatori, fattori che ha dovuto affrontare il suo gruppo di servizi tv a pagamento Canal Plus e Universal Music Group. La compagnia ha registrato un calo dell’utile netto adjusted del 27,3% a 99 milioni di euro (87 milioni di dollari). I ricavi hanno ceduto nel periodo l’1,4% a 2,4 miliardi di euro su basi like-for-like rispetto al pari periodo dell’anno precedente. L’Ebita ha sperimentato una flessione del 2,5% a 213 milioni di euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Nuove obbligazioni

I commenti sono chiusi.