Ecco come la variante Omicron sostiene i safe asset: +14% in meno di un mese

La variante Omicron ha risvegliato l'appetito del mercato verso i cosiddetti porti sicuri, rinvigorendone i prezzi anche a doppia cifra

di , pubblicato il
Impatto della variante Omicron sui mercati

Questo sarà il secondo Natale con il Covid e ovunque in Europa e nel resto del mondo fioccano le restrizioni per limitare i contagi. Fa paura la variante Omicron, che sta accentuando la quarta ondata. Sui mercati è caccia di nuovo ai “safe asset”, con i rendimenti dei bond considerati sicuri a scendere, anziché salire con un’inflazione così elevata.

Il Treasury a 30 anni in meno di un mese è passato dal 2% a poco più dell’1,80%. Anche il trentennale tedesco è tornato a rendere negativamente, mentre la sua quotazione è risalita sopra la pari. Il Bund 2050 senza cedola adesso viaggia a 102,50 e offre il -0,06%. Da quando in Sudafrica è stata scoperta la variante Omicron, si è apprezzato di quasi il 5%. Al momento, il rendimento reale decennale tedesco risulta sprofondato al -6,35-6,40%. Da qui alla scadenza, di questo passo l’obbligazionista rischierebbe di perdere quasi i due terzi del suo capitale.

La variante Omicron allarga gli spread

L’impatto è stato positivo anche sui bond austriaci a 100 anni. La scadenza giugno 2120 si è apprezzata di oltre il 14%, quella di settembre 2117 più del 12%. Guadagni a doppia cifra in poco più di tre settimane, figli della paura. E tutto questo, malgrado da mesi le banche centrali stiano segnalando la chiusura del lungo ciclo di accomodamento monetario, pur con tutta la gradualità del caso.

Invece, lo spread BTp-Bund a 10 anni si è allargato di una decina di punti fino a salire sopra 130. Del resto, i nostri bond sovrani sono considerati tra i maggiormente a rischio nell’Eurozona, per cui pagano pegno ogni volta che il mercato si rifugia dei “safe asset” in cerca di sicurezza. E per fortuna sinora la variante Omicron non ha intaccato le prospettive di crescita dell’economia italiana, semmai riducendo quelle della Germania, dove i contagi sono molto più elevati e si è resa necessaria una stretta per limitarli.

[email protected] 

 

Argomenti: