UnipolSai colloca bond subordinati a 10 anni. Caratteristiche

Il bond UnipolSai 2028 da 250 milioni con cedola 3,875%, è stato prezzato alla pari. Ordini quattro volte superiori all'offerta

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il bond UnipolSai 2028 da 250 milioni con cedola 3,875%, è stato prezzato alla pari. Ordini quattro volte superiori all'offerta

UnipolSai ha collocato ieri un nuovo bond subordinato decennale da 500 milioni di euro, tornando dopo tre anni e mezzo a un‘emissione subordinata, in un mercato che si avvicina all‘appuntamento elettorale del 4 marzo. Il dato finale sugli ordini ammonta a oltre un miliardo, di cui 250 milioni giunti già da stamattina dai lead manager dell‘operazione.

Il titolo, scadenza marzo 2028 e cedola 3,875%, è stato prezzato alla pari, per un rendimento finale corrispondente a un premio di 274,5 punti base sopra midswap, riferisce uno dei banchieri coinvolto nell‘operazione. Una prima guidance era stata fornita stamane in area 4,25%, poi rivista in area 4%. L‘analista di Hermes IM Filippo Alloatti osserva che l‘emissione ha rappresentato un primo test sul mercato obbligazionario per UnipolSai, che dopo la riorganizzazione intra-gruppo “deve mettere in risalto la profittabilità del ramo danni”. La cedola, inferiore al 4% e quindi a quella del recente Tier2 emesso da Cattolica Assicurazioni, “testimonia un primo riscontro positivo in un contesto di mercato meno favorevole” afferma Alloatti.

A inizio dicembre Cattolica ha collocato un bond Tier2 da 500 milioni, prezzato a 345,5 pb su midswap per una cedola del 4,875%. L‘operazione odierna è stata gestita da Jp Morgan, Mediobanca e UniCredit, che tra venerdì scorso e ieri hanno affiancato la società in un roadshow tra investitori europei. L‘obbligazione ha rating atteso Ba1 per Moody’s e BB per Fitch.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni Unipol

I commenti sono chiusi.