Unicredit riacquista obbligazioni per 700 milioni

Bond Unicredit, il buy back riguarda obbligazioni subordinate in euro e sterline. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Bond Unicredit, il buy back riguarda obbligazioni subordinate in euro e sterline. Tutti i dettagli

Unicredit ha lanciato un’offerta di riacquisto in contanti su quattro dei propri bond subordinati in circolazione per la cifra massima di 700 milioni di euro. A distanza di tre mesi, Unicredit torna quindi a operare sul mercato delle obbligazioni di propria emissione per migliorare l’efficienza della leva finanziaria della banca. L’offerta riguarda, in particolare, per massimi 325 milioni tre bond di tipo Tier1, e per massimi 375 milioni il Tier2 con scadenza 2021. L’operazione – si legge nella nota – punta alla “efficiente gestione del profilo di ammortamento regolamentare degli strumenti di capitale” del gruppo. A tale proposito, Unicredit ricorda che “gli strumenti di vecchio stile Additional tier 1 soggetti alla cosiddetta clausola di salvaguardia (grandfathering) quali i Titoli Tier 1 sono in phased out in conformità alla regolamentazione applicabile, mentre i Titoli Tier 2 hanno iniziato a non essere più efficienti dal punto di vista regolamentare”.

Unicredit lancia buy back su bond in euro e sterline

  L’offerta di Unicredit si concluderà alle ore 17 di martedì 24 maggio, con annuncio dei risultati il giorno successivo; il regolamento è in data 27 maggio. I tre titoli Tier1, i primi due in euro, il terzo in sterline (codici ISIN: XS0527624059, XS0470937243, XS0372556299, XS0618847775) verranno riacquistati secondo tale ordine di priorità al prezzo rispettivamente di 109,500, 112,500 e 106,125. I tre bond furono già oggetto di un’operazione di riacquisto nel 2012. Il Tier2 verrà riacquistato a 114,75. L’operazione, si legge nella nota, punta alla “efficiente gestione del profilo di ammortamento regolamentare degli strumenti di capitale” del gruppo. A tale proposito, Unicredit ricorda che “gli strumenti di vecchio stile Additional tier 1 soggetti alla cosiddetta clausola di salvaguardia (grandfathering) quali i Titoli Tier 1 sono in phased out in conformità alla regolamentazione applicabile, mentre i Titoli Tier 2 hanno iniziato a non essere più efficienti dal punto di vista regolamentare”. In allegato, la scheda dettagliata del buy back. Unicredit buy back

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Unciredit, Bond in sterline inglesi, Obbligazioni subordinate