Unicredit lancia bond subordinato a 10 anni

Unicredit collaca nuove obbligazioni Tier 2 con scadenza 2026. Rendimento atteso 4,50%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Unicredit collaca nuove obbligazioni Tier 2 con scadenza 2026. Rendimento atteso 4,50%

UniCredit torna sul mercato dei capitali. Dopo aver concluso con successo il riacquisto di obbligazioni subordinate per 700 milioni, Unicredit ha aperto stamane i book per un’obbligazione Tier2 in euro, sfruttando il momento positivo visto in questi giorni dalla banca, in concomitanza con le dimissioni dell’AD Federico Ghizzoni. Secondo quanto riferisce il servizio Reuters, il bond odierno sarà di importo benchmark, con scadenza 10 anni e mezzo (gennaio 2027) e call a gennaio 2022. Attorno alle ore 12,30 gli ordini risultavano superiori a 1,25 miliardi. La guidance di rendimento resta in area 4,5% sulla call (e non sulla scadenza). Il pricing del titolo è atteso in giornata. Il rating atteso dell’obbligazione è ‘Ba1’ per Moody’s, ‘BB’ per S&P e ‘BBB’ per Fitch. L’operazione è gestita da BofA Merrill Lynch, Credit Agricole, Credit Suisse, Ing, Mediobanca e dalla stessa UniCredit.

Unicredit prepara anche lancio di nuovi bond perpetui

  Una fonte spiega che Unicredit stava valutando da qualche tempo un’emissione Tier2, da lanciare dopo la trimestrale, pubblicata lo scorso 10 maggio. La fonte aggiunge che la banca considera inoltre un nuovo bond ‘Additional Tier1’ (At1): se le condizioni di mercato saranno favorevoli l’operazione potrebbe arrivare anche prima del referendum sulla Brexit, altrimenti se ne riparlerà dopo l’appuntamento. Nella presentazione dei conti, Unicredit informava che alla data del 10 maggio il piano di funding di quest’anno, pianificato in 27,6 miliardi, era stato completato per circa sette. La banca inoltre preannunciava il ricorso alle nuove operazioni di rifinanziamento a lungo termine della Bce (Tltro II), la prima delle quali si terrà a giugno.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Nuove obbligazioni, Unciredit, Obbligazioni subordinate, Ratings

I commenti sono chiusi.