Una scommessa sul mercato immobiliare tedesco, le obbligazioni Grand City Properties 6,25%

Per gli investitori retail, in arrivo un bond a sette anni con taglio minimo da 1.000 euro. Ideale per gli amanti degli immobili e per diversificare al di fuori dai confini italiani

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Per gli investitori retail, in arrivo un bond a sette anni con taglio minimo da 1.000 euro. Ideale per gli amanti degli immobili e per diversificare al di fuori dai confini italiani

Un bond per investire nel mercato immobiliare tedesco? Perché no. In Germania il mercato immobiliare è fra i più promettenti d’Europa essendo i tassi sui mutui molto più bassi che negli altri paesi dell’eurozona e con gli immobili che nella ex Germania orientale presentano prezzi ridottissimi.  Al momento i prezzi non prospettano un aumento al rialzo significativo, ed è per questo motivo che un numero sempre maggiore di analisti finanziari considera il mercato immobiliare tedesco tra quelli a più alto rendimento nel medio-lungo periodo. Per chi volesse investire in questo settore passando dagli strumenti finanziari, segnaliamo che la società tedesca Grand City Properties, basata in Lussemburgo, sta collocando un eurobond da 100 milioni di durata sette anni che sta andando letteralmente a ruba in fase di sottoscrizione. Si tratta in particolare di uno dei tanti minibond che in Germania vanno per la maggiore presso gli investitori retail. Trattandosi di piccoli collocamenti domestici, però, per un italiano non è sempre facile sottoscrivere o acquistare strumenti finanziari che vengono emessi su piazze straniere e molto dipende dall’abilità dell’intermediario a cui ci si appoggia. In Italia (caso unico in Europa) vi è poi una normativa d’intralcio che impedisce, nella generalità dei casi, di sottoscrivere nuove emissioni prima che sia trascorso almeno un anno dal collocamento, a meno che non si venga selezionati come investitori qualificati. Anche per questo, molti piccoli risparmiatori attivano rapporti bancari all’estero (ormai si fa semplicemente con un click di mouse) evitando così la pesante burocrazia italiana. Ma veniamo al bond Grand City Properties.

 

Obbligazioni Grand City Properties S.A. 6,25% 2020 in dettaglio bond Germania

 

E’ in sottoscrizione fino al prossimo 19 giugno il  bond Grand City Properties S.A. 6,25% 2020 (Isin XS0951839991) fino a 100 milioni di euro. Più precisamente si tratta di un’emissione senior secured ad alto rendimento, curata dalla tedesca Quirin Bank AG, che sarà quotata sulla piazza di Francoforte e negoziabile per tagli minimi da 1.000 euro sui mercati regolamentati tedeschi (Xetra), oltre che over the counter (Otc). Il prezzo di sottoscrizione è fissato a 100 ma sul mercato secondario non regolamentato Otc viene già scambiato a 100,55 per un rendimento a scadenza del 6,16%. La cedola lorda è fissata in 6,25% pagabile su base semestrale il 3 giugno e il 3 dicembre di ogni anno fino alla data di maturazione nel 2020. Il rating è, BB- secondo Standard & Poor’s. Scopo della raccolta – spiega una nota del gruppo immobiliare tedesco – è quello di estinguere prestiti bancari in scadenza e di raccogliere mezzi freschi per le ordinarie attività del gruppo e per investire nelle reti di gasdotti urbani di cui possiede la concessione. Grand City Properties è già presente in borsa con un’altra emissione high yield convertibile da 100 milioni (Isin XS0839410221) emessa lo scorso anno che paga una cedola dell’8% e scade nel 2017. Ai prezzi attuali (121) il titolo rende il 2,70% a scadenza e la società ha annunciato che il 40% del bond è stato convertito in azioni lo scorso mese di giugno. Si è inoltre appena concluso un private placement di un altro bond (XS0937063310) con le stesse caratteristiche di quello in fase di sottoscrizione che è andato letteralmente a ruba, al punto che il management ha deciso di aumentare l’offerta di 25 milioni (fino a 100) per quello destinato ai risparmiatori retail. Il prezzo del private placament è già a 101.

 

Forte crescita di ricavi e utili per Grand City Properties nel 2012 

Quotata alla borsa del Lussemburgo (Isin LU0775917882), Grand City Properties è specializzata nella gestione di proprietà residenziali delle città tedesche ad alta densità demografica con alto potenziale di crescita di valore nel tempo. [fumettoforumleft]Il portafoglio della società è composto da oltre 16.000 unità abitative (11.657 nel 2012) per un valore di mercato di circa 417 milioni di euro e il suo core business è a Berlino dove dispone di 1,1 milioni di metri quadri di spazio in gestione. Grand City Properties investe molto, oltre che nella capitale, anche in città quali Norimberga, Dresda, Mennheim e Brema cercando costantemente opportunità per creare valore dal proprio portafoglio. L’ebitda è in costante crescita, in parallelo con l’aumento delle unità abitative, e nel 2012 il gruppo immobiliare ha realizzato 122 milioni di euro (+45%)  e un utile netto di 93 milioni (+58%). Il giro d’affari si è attestato a 60 milioni e la società dispone di liquidità per 81 milioni di euro. Secondo gli esperti, il mercato immobiliare tedesco ha delle potenzialità enormi che Gran City Properties sarà certamente in grado di cogliere. In particolare, diversamente dai britannici e dagli americani, i tedeschi tendono a comprare casa per tutta la vita essendo poco inclini agli spostamenti. Questo spiega il perché il mercato immobiliare presenta una ridotta fluttuazione dei prezzi, oltre che un potenziale enorme. La percentuale dei tedeschi che possiedono una casa (anche la prima) è molto bassa rispetto agli altri paesi dell’Europa continentale, circa il 42%, e se si mette in relazione il livello di reddito dei tedeschi con il prezzo attuale degli immobili, ci si accorge che il potenziale di crescita di Grand City Properties è enorme.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni convertibili, Obbligazioni High Yield, Obbligazioni societarie

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.