Ucraina colloca bond a 15 anni per 3 miliardi. Caratteristiche e dettagli

Le nuove obbligazioni ucraine (XS1577952952) hanno scadenza 2032 e pagano cedole del 7,375%. I risultati della tender offer sui bond 2019 e 2020

di , pubblicato il
Le nuove obbligazioni ucraine (XS1577952952) hanno scadenza 2032 e pagano cedole del 7,375%. I risultati della tender offer sui bond 2019 e 2020

L’ Ucraina torna ad emettere bond. Dopo la ristrutturazione dei propri titoli di stato nel 2015, Kiev è riuscita a collocare nuove obbligazioni sul mercato dei capitali allungando le scadenze e ottimizzando la struttura finanziaria dello Stato.

 

Nel dettaglio, Kiev ha collocato presso investitori istituzionali bond a 15 anni per 3 miliardi di dollari offrendo un rendimento di poco superiore al 7,37%. Le nuove obbligazioni ucraine sono state offerte esclusivamente a investitori istituzionali tramite un pool di banche internazionali guidate da BNP Paribas, Goldman Sachs, JP Morgan.

Il prezzo di sottoscrizione è stato fissato alla pari e saranno quotate alla borsa di Dublino. Il nuovo titoli di stato (Isin XS1577952952) ha scadenza 2032 e corrisponde un coupon su base semestrale pari al 7,375% con data di pagamento il 25 settembre e il 25 marzo di ogni anno.

Obbligazioni Ucraina 7,375% 2032

Il nuovo collocamento obbligazionario dell’ Ucraina è avvenuto contestualmente a una importante operazione di buy back su due bond in dollari di prossima scadenza. In particolare il Ministero delle Finanze ha promosso nei giorni scorsi una tender offer volontaria sui bond Ucraina 7,75% 2019 (Isin XS1303918269) e Ucraina 7,75% 2020 (Isin XS1303918939) al prezzo rispettivamente di 106,00 e 106,75. L’operazione ha visto la partecipazione di obbligazionisti per 1,161 miliardi di dollari per il bond con scadenza 2019 e  415 milioni per quello a scadenza 2020. Ne restano quindi in circolazione ancora 661 milioni e 1,365 miliardi rispettivamente. Grazie a questa manovra di riacquisto e allungamento delle scadenze, il debito estero ucraino per i prossimi tre anni sarà più sostenibile scendendo da 11 miliardi di dollari a 9,46. Non è quindi escluso che l’Ucraina, se le condizioni di mercato lo consentiranno ancora, possa ripetere l’esperienza anche su altri titoli di stato in scadenza, ha detto Alexander Paraschiy di Concorde Capital.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,