Turchia: lira turca nella bufera, sale il rendimento dei bond

Il rendimento dei bond in lire turche superano il 10%, quelli in dollari e in euro sono stabili. Crescita economica a rischio

di , pubblicato il
Il rendimento dei bond in lire turche superano il 10%, quelli in dollari e in euro sono stabili. Crescita economica a rischio

Continua ad indebolirsi la lira turca nei confronti di euro e dollaro. Da inizio anno ha perso l’8% a cui bisogna aggiungere un altro 17% nel corso del 2016. Per la lira turca si tratta del peggior crollo in poco tempo degli ultimi 12 anni con gli investitori che non sanno più che pesci pigliare.

Sullo sfondo una crisi politica e sociale che rischia di far affievolire la crescita economica  della Turchia prevista per il 2017. Ma anche le continue minacce del terrorismo islamico che si sommano al già precario equilibrio politico interno, culminato con il tentativo di colpo di stato della scorsa estate. In questo contesto, la crescita economica prevista per quest’anno rischia di venire compromessa, anche perché gli investimenti stranieri tendono a ritirarsi, così come il turismo calerà, mentre i capitali prendono la via dell’estero. E la Banca Centrale che fatica ad alzare ulteriormente i tassi d’interesse in un contesto economico in cui l’inflazione è in crescita, così come la disoccupazione. Secondo quanto comunicato dal l’Ufficio nazionale di statistica di Ankara) la disoccupazione in Turchia è cresciuta in ottobre all’11,8% dall’11,3% registrato in agosto e settembre (10,7% in luglio). Si tratta del livello più elevato dal 12,8% del marzo 2010.

Bond Turchia, i rendimenti superano il 10%

Sui mercati finanziari, i bond in lire turche offrono rendimenti a doppia cifra e in rialzo costante. A titolo di esempio, l’obbligazione della Bance Europea degli Investimenti (BEI) 10% con scadenza 3 marzo 2017 (Isin XS1038294531) è trattata sul Mot di Borsa Italiana ed EuroTLX sotto la pari per un rendimento del 10,11% a poche settimane dal rimborso. Più stabili, invece, i rendimenti dei titoli di stato in dollari. Il bond trentennale Turchia 8% 2034 (Isin US900123AT75) rende il 6,7%, così come il bond high yield Turchia 11,785% 2030 da 1,5 miliardi di dollari (Isin  US900123AL40).

Mentre, sul tratto breve della curva, le obbligazioni in euro con scadenza 2020 e cedola 5,125% (Isin XS0503454166) offrono un rendimento del 2,75%. Addirittura negativo, infine, il rendimento del bond in euro Turchia 5,5% (Isin XS0212694920) con scadenza febbraio 2017.

Argomenti: , , ,