Tenute Piccini quota minibond da 5 milioni Caratteristiche e dettagli

I minibond Tenute Piccini (IT0005210973) hanno durata 6 anni, pagano interessi del 5,50% e prevedono il rimborso ammortizzato

di Mirco Galbusera, pubblicato il
I minibond Tenute Piccini (IT0005210973) hanno durata 6 anni, pagano interessi del 5,50% e prevedono il rimborso ammortizzato

Sbarca a Piazza Affari il minibond Tenute Piccini 5,50% 2022.  Si tratta di una emissione senior garantita della durata di sei anni con rimborso ammortizzato emessa da Gestione Piccini srl. La Società, fondata a Castellina in Chianti (Si) nel 1882, ha per oggetto l’imbottigliamento e la commercializzazione di vini acquistati da produttori terzi (principalmente toscani). Piccini è giunta alla quarta generazione ed è attualmente guidata dai fratelli Mario e Martina Piccini, rispettivamente Amministratore Delegato e Consigliere di Amministrazione. Il portafoglio prodotti di Piccini conta più di 20 diversi tipi di qualità di vino dal Chianti e Chianti Classico (vini maggiormente commercializzati) al prestigioso Brunello di Montalcino.

Minibond Tenute Piccini 5,50% 2022 caratteristiche

L’obbligazione Tenute Piccini 5,50% 2022 è in negoziazione dal 4 agosto 2016 sul circuito ExtraMOT Pro gestito da Borsa Italiana. L’obbligazione, sottoscritta da investitori istituzionali, è stata quotato per 5 milioni di euro (codice ISIN IT0005210973) destinata a investitori qualificati. Il bond è stato emesso a 100 ed è disponibile per tagli minimi di 100.000 euro e multipli analoghi. L’obbligazione corrisponde un coupon a tasso fisso del 5,50% su base annuale con data di stacco il 4 agosto di ogni anno. Qualora l’emittente non dovesse rispettare alcuni parametri finanziari – si legge nel documento di ammissione alla Borsa – la cedola incrementerà dello 0,25% (evento step up). Il rimborso è previsto in forma ammortizzata in coincidenza con la data di stacco delle cedole, nella misura del 20% del valore nominale del bond, mentre l’estinzione del prestito è fissata per il 4 agosto 2022.

Tenute Piccini, ricavi in crescita del 14,8% nel 2015

L’emissione del minibond – si legge in una nota – è finalizzata a realizzare investimenti orientati alla propria crescita organica attraverso l’acquisizione di quote di mercato, oltre a investimenti volti all’ottimizzazione dei propri processi e sistemi interni. Gestione Piccini ha chiuso l’esercizio 2015 con ricavi in aumento del 14,8% a quota 48,7 milioni di euro, un Ebitda di 2,9 milioni (da 2,7 milioni), utili per 248 mila euro e un debito finanziario netto di 27,5 milioni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond, Obbligazioni High Yield