Sudafrica: S&P declassa il rating a junk, bond in ribasso

Il rendimento dei bond del Sudafrica supera il 9%. Standard & Poor’s taglia il rating a BB+ e altre agenzie potrebbero seguirla

di , pubblicato il
Il rendimento dei bond del Sudafrica supera il 9%. Standard & Poor’s taglia il rating a BB+ e altre agenzie potrebbero seguirla

Il Sudafrica perde la BBB. Il rating del paese africano è stato declassato a BB+ (“spazzatura”) dall’agenzia Standard & Poor’s dopo l’annuncio del licenziamento del ministro delle Finanze, Pravin Gordhan, e del suo vice, Mcebisi Jonas, nel quadro di un discusso rimpasto di governo operato dal presidente Jacob Zuma.

 

Le prospettive economiche del Sudafrica, si legge in un comunicato dell’agenzia, sono “negative” e riflettono il momento critico che sta attraversando il paese. La notizia giunge dopo che il rand, la valuta sudafricana, ha continuato a perdere punti percentuali nei confronti del dollaro. Gordhan è stato sostituito da Malusi Gigaba, che nella giornata di sabato ha promesso “una radicale trasformazione dell’economia”, ma ha anche fatto sapere che si atterrà alle politiche fiscali seguite dal suo predecessore.

 

Aumentano le tensioni politiche in Sudafrica

La decisione di Zuma di rimuovere dall’incarico il popolare Gordhan – secondo fonti di agenzia – ha scatenato forti polemiche in Sudafrica. L’Alleanza democratica (Ad) e i Combattenti per la libertà economica (Eff), le due principali forze dell’opposizione, hanno annunciato che presenteranno una nuova mozione di sfiducia in parlamento nei confronti del capo dello Stato. Anche economisti e investitori consideravano Gordhan una figura chiave per il rilancio dell’economia sudafricana, recentemente danneggiata dal crollo del prezzo delle materie prime, dal calo degli investimenti esteri e dall’instabilità politica.

 

Bond Sudafrica in calo dopo taglio rating

 

Per effetto i bond governativi del Sudafrica hanno perso di valore poichè molti gestori di fondi obbligazionari si ritrovano a vendere titoli sul mercato. Questi, per statuto o regolamento, non possono detenere in portafoglio obbligazioni “non investment grade” o sono costretti a limitarne la percentuale di possesso.

Così le obbligazioni Sudafrica 10,50% 2026 in rand (Isin ZAG000016320) hanno perso di colpo cinque figure e scambiano a 108 per un rendimento a scadenza del 9,21%.Giù anche i bond in euro. Sulla stessa lunghezza temporale, il bond Sudafrica 3,75% 2026 (Isin XS1090107159) ha perso due figure e scambia a 104 per un rendimento a scadenza del 3,25%. Mentre i bond in dollari, Sudafrica 4,875% 2026 (Isin US836205AT15) è sceso poco sotto la parità e rende il 4,93%.

 

Anche Moody’s e Fitch pronte a declassare il Sudafrica

 

La crisi politica interna che vede il presidente Jacob Zuma sempre più al centro di attacchi da parte dell’opposizione dopo aver accumulato buna serie infinita di scandali, potrebbe presto sfociare in un impeachment come avvenuto in Brasile – osservano gli analisti -. Così, dopo Standard & Poor’s, anche Moody’s potrebbe addivenire a una decisione su un possibile ridimensionamento del rating a causa dell’outlook negativo mentre Fitch avevano già relegato il Sudafrica al gradino più basso dell’investment grade, a BBB-, e ad un passo dal livello “spazzatura”.

Argomenti: