Sudafrica: l’economia tira e i bond tornano a salire

Il Pil del Sudafrica è cresciuto del 3,3% nel primo semestre. Rendimenti dei bond in discesa

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il Pil del Sudafrica è cresciuto del 3,3% nel primo semestre. Rendimenti dei bond in discesa

Le obbligazioni sudafricane e in rand tornano appetibili. Il Sudafrica, colpito al pari di altri paesi emergenti del BRIC, da una lunga e interminabile crisi economica, sembra aver ripreso a crescere, anche se a ritmi più contenuti rispetto al passato. Il Pil del Sudafrica e’ infatti cresciuto del 3,3% a/a nel secondo trimestre 2016, grazie all’incremento registrato nel settore manifatturiero e alla ripresa del comparto minerario. Lo ha reso noto l’ufficio statistico del Paese. L’espansione economica, superiore alle attese, fa seguito a una contrazione dell’1,2% nei primi tre mesi dell’anno. Il dato potrebbe allentare le pressioni sul presidente Jacob Zuma, protagonista di una prolungata battaglia con il ministro delle Finanze, Pravin Gordhan, sulla futura direzione dell’economia piu’ sviluppata del continente africano. Il settore manifatturiero e’ cresciuto dell’8,1%, contribuendo per l’1% alla crescita complessiva. Il comparto minerario ha invece dato un contributo pari allo 0,8%, grazie a un incremento dell’attivita’ dell’11,8%. Solo due settori si sono contratti tra aprile e giugno, ovvero quello agricolo, forestale e della pesca e quello di elettricita’, gas e acqua.

Bond Sudafrica in rand rendono il 9%

A beneficiarne sono i bond e la valuta locale, il rand sudafricano (ZAR), ritenuta dagli investitori altamente speculativa.  Fra le obbligazioni governative in rand, quella decennale con cedola 10,50% (codice ISIN ZAG000016320) rende il 9% a scadenza. Fra i bond statali emessi in dollari (USD), invece, il Sudafrica 5,875% 2025 (codice ISIN US836205AR58) rende circa la metà, il 4,21%. Per quanto riguarda la valuta, occorre osservare che si  è rafforzata visibilmente nelle ultime tre giornate, tornando sotto quota 16 nei confronti dell’euro. Il trend di lungo periodo – osservano gli analisti – rimane tuttavia impostato lateralmente dopo che il rand sudafricano ha perso nei confronti dell’euro circa il 60% da quando è scoppiata la crisi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mercati Emergenti, Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Bond in rand sudafricani