Spread torna a 300 pb, ma tregua è temporanea

Sui mercati obbligazionari europei, i titoli core scambiano poco mossi, mentre i Btp sono gli unici in rally

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Sui mercati obbligazionari europei, i titoli core scambiano poco mossi, mentre i Btp sono gli unici in rally

Dopo la prima ora di scambi, lo spread Btp/Bund è in contrazione intorno alla soglia psicologica dei 300 punti base. Il differenziale tratta a 300 pb, rispetto alla chiusura di ieri a 306 pb.

Sui mercati obbligazionari europei, i titoli core scambiano poco mossi, mentre i Btp sono gli unici in rally. “I titoli biennali hanno recuperato 25 punti base di rendimento dalla bocciatura del budget italiano”, puntualizzano gli strategist di Unicredit, sottolineando come “lo spread circa a metá del range che è stato prevalente da inizio ottobre”.

“Il tasso a due anni tornato sotto l’1% in scia a segnali di apertura ad un confronto tra Ue e governo”, commentano gli strategist di Mps Capital Services. “L’emissione del Btp Italia è stata una mezza catastrofe, e dovrebbe bastare questo a far abbandonare al Governo i propositi bellicosi nei confronti dell’Ue”, commenta uno strategist, secondo cui “il mercato spera forse anche in questo, ma difficilmente i due vicepremier torneranno facilmente sui loro passi”. Per questo, conclude l’esperto, “non mancheranno altre giornate di forte volatilitá nelle prossime settimane e mesi”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp