Spread torna a 295 pb con scontro Roma-Bruxelles

La Commissione Europea ha definito i saldi di spesa previsti nel Def una "deviazione significativa" dalle politiche consigliate

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La Commissione Europea ha definito i saldi di spesa previsti nel Def una

Dopo i primi scambi lo spread Btp/Bund è tornato ad allargarsi e scambia a quota 295 punti base, mentre lo scontro tra l’Italia e l’Europa sui piani di bilancio dell’esecutivo di Roma non accenna a calmarsi.

In una lettera di risposta al ministro delle finanze Giovanni tria, la Commissione Europea ha definito i saldi di spesa previsti nel Def una “deviazione significativa” dalle politiche consigliate, nonostante il recente aggiustamento delle stime con la riduzione del deficit previsto nel 2020 e nel 2021. “L’impressione”, spiega un operatore, “è che diversi politici in Italia ed Europa stiano già facendo campagna elettorale per le Europee di maggio e i conti pubblici sono al centro della polemica”. Tuttavia, prosegue l’esperto, “è difficile capire quanto Roma possa continuare a tirare la corda con Bruxelles e il mercato”. L’unica certezza, conclude l’operatore, “è che ci aspettano ancora molte settimane di volatilità e forti pressioni di vendite” sui Btp.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp