Spread poco mosso, mercato guarda già a riunione Bce

La settimana sui mercati obbligazionari sará all'insegna dell'attesa per la riunione del board della Bce giovedì

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La settimana sui mercati obbligazionari sará all'insegna dell'attesa per la riunione del board della Bce giovedì

Lo spread Btp/Bund ha aperto poco mosso a 222,117 punti base, rispetto ai 220,172 della chiusura di venerdì. La settimana sui mercati obbligazionari sará all’insegna dell’attesa per la riunione del board della Bce, prevista per giovedì 26 luglio. Secondo gli esperti di Intesa Sanpaolo, “questo meeting dovrebbe rivelarsi del tutto interlocutorio dopo gli annunci del mese scorso“. A Riga, durante l’ultima riunione, il presidente Bce Mario Draghi ha annunciato che gli acquisti netti del programma di quantitative easing saranno dimezzati a partire da ottobre e sospesi a fine 2018.

Francoforte ha anche indicato come lascerá invariati i tassi d’interesse fino alla fine dell’estate 2019. L’attesa di una riunione senza eventi o messaggi significativi è condivisa da Commerzabank, i cui analisti fanno però notare come le parole del presidente Mario Draghi di questa settimana comunque “dovrebbero stabilire quali saranno, durante l’estate, le aspettative del mercato su tassi e reinvestimenti di titoli post-Qe“. Una previsione da cui non si discostano gli analisti di Morgan Stanley. “Dopo aver annunciato la fine del Qe lo scorso mese, la Banca Centrale Europea dovrebbe rimanere in attesa per diverso tempo“, indicano dalla banca d’affari americana, prevedendo come ci si possa attendere “un focus sul contrasto tra il miglioramento delle prospettive sull’inflazione e il peggioramento di quelle sulla crescita“. Altri elementi affrontati dal board saranno “la forward guidance sui tassi e la politica di reinvestimento post-Qe“, concludono da Morgan Stanley.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp