Spread in netto calo con Governo ma dubbi restano

Cala a 220 punti base lo spread fra Btp e Bund tedeschi. Mercati festeggiano, ma tante incognite restano sul tappeto

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Cala a 220 punti base lo spread fra Btp e Bund tedeschi. Mercati festeggiano, ma tante incognite restano sul tappeto

E’ nato il primo Governo Lega-Movimento 5 Stelle, che giurerà oggi alle 16h00. Lo spread Btp/Bund ha accolto con favore la notizia. Il differenziale tratta in netta contrazione a 220 punti base rispetto ai 247 pb della chiusura di ieri, mentre il Fste Mib vola con un incremento del 2,67%.

Due sono ora le questioni: “quanto durerá quest’esecutivo? Nulla mi toglie dalla testa che Matteo Salvini mira a consolidare in tempi brevi il vantaggio che gli attribuiscono i sondaggi, e dovesse notare che l’entrata all’esecutivo non lo premia, staccherá la spina immediatamente“, afferma Giuseppe Sersale, stretegist di Anthilia Capital Partners. La seconda questione è “quanto riuscirá a realizzare quest’esecutivo? Poco, a mio modo di vedere, perchè la maggioranza in Parlamento è risicata, i partiti hanno caratteristiche e basi elettorali diverse e il presidente della Repubblica e la Ragioneria dello Stato eserciteranno i loro poteri di controllo“, aggiunge l’esperto.

Per Sersale “la possibilitá di trovarsi, in ogni momento, a nuove elezioni, il rischio di parziale smantellamento delle riforme e i rapporti travagliati con l’Europa di questo Governo costituiscono fattori di disturbo che difficilmente permetteranno al sentiment di tornare a livelli ingiustificatamente sereni dell’immediato post elezioni. Ma finchè dura” il nuovo esecutivo “dovrebbe essere sufficiente a evitare situazioni di crisi simili a quella appena sperimentata“.

Il flusso di notizie in Italia nel breve periodo sembra piú conciliante, ma i rischi di medio termine sono ancora molto elevati“, avvertono gli analisti di Commerzbank. “La squadra presenta diversi innesti tecnici importanti, come al ministero dell’Economia e al ministero degli Affari Esteri. Il timore di colpi di mano sull’euro ne esce fortemente ridimensionato, il che dovrebbe ridurre nel breve termine le tensioni fra gli investitori“, affermano gli economisti di Intesa Sanpaolo. “Si attendono ora indicazioni piú precise riguardo alla strategia di azione rispetto al contratto siglato due settimane fa dai due maggiori partiti, che non prevedeva alcun ordine di prioritá delle misure, nè un piano finanziario, e che perciò era stato all’origine di forti turbolenze di mercato“, concludono gli esperti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.