Spread in arretramento, Conte rassicura su debito

Il tasso sul Btp decennale è sceso fino a tornare vicino al 3%. Il governo indica come prioritaria la riduzione del debito pubblico italiano

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il tasso sul Btp decennale è sceso fino a tornare vicino al 3%. Il governo indica come prioritaria la riduzione del debito pubblico italiano

Lo spread Btp-Bund si sta contraendo rispetto ai livelli di ieri, che non si vedevano dalla crisi di maggio. Dopo la prima ora di scambi il differenziale è in contrazione a 269,054 punti rispetto alla chiusura di ieri a 276,221 pb.

Il tasso sul Btp decennale è sceso fino a tornare vicino al 3%. Il debito italiano sta “beneficiando delle parole del premier Giuseppe Conte“, spiegano gli strategist di Mps Capital Services, indicando come il presidente del Consiglio ha “dichiarato che durante l’incontro sul budget di lunedì, i principali ministri sono stati d’accordo sulla necessitá di ridurre il debito pubblico“.

Le vendite di ieri sui Btp si inseriscono in un movimento che ha visto il “netto rialzo dei rendimenti sulle curve sovrane di Italia, Spagna e Portogallo”, spiegano gli economisti della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, puntualizzando però come la “performance della curva italiana è stata molto peggiore in particolare sulla scadenza biennale, dove ha allargato di 9pb sulla Spagna e quinquennale” a +14pb. Secondo gli esperti, questa dinamica “non si può spiegare con un maggior rischio di contagio nei confronti della Turchia, dato che in realtá il sistema economico italiano è poco esposto” verso Ankara. La forza delle vendite sui titoli italiani invece “dipende dalla combinazione fra crisi turca e incertezza sulla manovra italiana 2019“, concludono da Intesa Sanpaolo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp