Spread Btp/Bund a 160 punti base, top dal 4 gennaio

Il rendimento del Btp decennale sale al 2,22%, mentre lo spread tocca i 160 punti base. Italia nel mirino degli investitori

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il rendimento del Btp decennale sale al 2,22%, mentre lo spread tocca i 160 punti base. Italia nel mirino degli investitori

Lo spread Btp/Bund si allarga nuovamente fino ai massimi da inizio anno dopo la diffusione della versione definitiva del contratto tra Lega e M5s. Il tasso sul titolo decennale del Tesoro cresce al 2,22%.

Tra i punti della proposta compare un ricorso “appropriato e limitato” al deficit mentre scompare l’esclusione dal calcolo del rapportodebito/pil dei titoli di Stato comprati dalla Banca centrale europea nell’ambito del Qe. Gli operatori sono preoccupati e guardano con attenzione le prossime mosse: “ora tutto dipende da quello che farà concretamente questo governo e dal ruolo della Bce. Se in caso di allargamento dello spread Francoforte interverrà con acquisti, la speculazione si sposterà su azionario e banche. Ma se non lo farà, allora gli speculatori si concentreranno sullo spread che potrebbe arrivare anche a 200 pb e oltre con il decennale al 3%”, fa notare un trader di una banca.

In tarda mattinata il differenziale di rendimento tra Btp e Bund scambia a 157 punti base dai 148 del finale di seduta. Alla stessa ora, il tasso del decennale di riferimento scambia a 2,21% dal 2,12% dell’ultima chiusura, massimo da inizio ottobre 2017.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.