Saxa Gres colloca minibond da 15 milioni alla borsa di Vienna

Il minibond Saxa Gres paga una cedola del 7% e scade nel 2021 (IT0005221038) caratteristiche e dettagli

Condividi su
Seguici su
Mirco Galbusera

saxa

Saxa Gres torna a Vienna per collocare minibond. La piccola società italiana attiva nel riciclaggio di residui da inceneritori, ha collocato un nuovo piccolo prestito obbligazionario senior unsecured al Third Market di Vienna. Si tratta di un minibond di complessivi 15 milioni di euro, inizialmente sottoscritti da investitori qualificati e fondi anglosassoni, della durata di 5 anni.

Minibond Saxa Gres 7% 2016-2021 – IT0005221038

Non è la prima volta che Saxa Gres emette minibond sul mercato. Nel dicembre del 2015 aveva piazzato obbligazioni per 14 milioni di euro (Isin IT0005152043) in scadenza a fine 2017. Bond che sono stati in parte rifinanziati appunto dalla recente emissione da 15 milioni di euro che ha scadenza 2021. L’obbligazione Saxa Gres s.p.a. 2016-2021 (Isin IT0005221038) paga una cedola a tasso fisso del 7%, è poco liquida, e scambiabile per importi di 1.000 euro. Il coupon viene staccato annualmente l’8 dicembre e il bond va a rimborso nel 2021 in unica soluzione, salvo la possibilità per l’emittente di richiamare in anticipo il prestito al verificarsi di determinate situazioni indicate nel regolamento. Il bond, strutturato con il supporto legale di Dla Piper, servirà anche a finanziare l’acquisizione di due nuove linee produttive ed è garantito da un pegno non possessorio sui macchinari. Si allarga così la platea di minibond collocati sul mercato da Pmi italiane.

Saxa Gres trasforma residui di inceneritori in sampietrini

Saxa Gres è la più grande fabbrica di piastrelle fuori dal distretto di Sassuolo, finita in concordato preventivo e uscita solo recentemente dalla crisi finanziaria. Saxa Gres vanta la sviluppo di un processo industriale in grado di trasformare i residui di un inceneritore in sampietrini green per pavimentare le strade delle città. Grazie ai nuovi fondi derivanti dall’emissione del minibond da 15 milioni e al via libera della Regione Lazio, Saxa Gres avvierà la produzione di porcellanato e piastrelle nella fabbrica ex Marazzi Sud di Anagni (Frosinone), che era chiusa dal 2012 e che dava lavoro a 100 persone, utilizzando parte del materiale inerte proveniente dal termovalorizzatore di San Vittore.

Seguici su Facebook

Condividi su
Seguici su
Argomenti:   Minibond

Commenta la notizia

SULLO STESSO TEMA