Russia: Fitch conferma rating BBB-, bond in rialzo

L’agenzia di rating Fitch ha confermato il giudizio sulla Russia. Scende il rendimento dei bond

di , pubblicato il
L’agenzia di rating Fitch ha confermato il giudizio sulla Russia. Scende il rendimento dei bond

Fitch venerdì ha confermato il giudizio BBB- (ultimo livello d’investment grade) sul debito sovrano della Russia mantenendone anche l’outlook stabile.

 

L’agenzia di rating aveva migliorato l’outlook di Mosca da negativo a stabile lo scorso ottobre. Secondo Fitch il rating è il risultato di solidi bilancio sovrano e conti con l’estero e di un quadro politico migliorato a fronte della più modesta performance macroeconomica, delle debolezze strutturali e delle tensioni geopolitiche.

 

Banca Centrale taglia costo del denaro in Russia

 

Lo scorso mese di marzo la Banca Centrale russa ha agito a sorpresa sul costo del denaro, decidendo un taglio di un quarto di punto. I tassi di interesse sono quindi scesi al 9,75% dal 10% precedente. Si tratta della prima volta da settembre. L’istituto ha fatto sapere inoltre di voler continuare su questa strada nei prossimi mesi, allentando leggermente la sua politica molto restrittiva in una fase di recupero per l’economia nazionale. La banca centrale stima l’inflazione su base annua al 4,3% contro il 5% nel mese di gennaio. Si tratta di livelli ben lontani dal 15% raggiunto nel 2015 con effetti distruttivi per il potere d’acquisto delle famiglie.

 

Bond in rubli rendono meno del 8%

 

Per effetto i bond governativi della Russia si sono apprezzati sui mercati internazionali. Il decennale scadenza 2027 e cedola 8,15% (Isin RU000A0JS3W6) è tornato sopra la pari per un rendimento a scadenza del 7,86%. A beneficiare del taglio del costo del denaro e del giudizio di rating di Fitch sono anche i bond in dollari e, in particolar modo, quello ad alto rendimento con cedola 12,75% e scadenza 2028 (Isin XS0088543193) che negli ultimi quattro mesi ha messo a segno un rialzo di 10 figure per un rendimento che ora si attesta al 4,12%.

Argomenti: