Rickmers Holding in difficoltà: I bond high yield rendono il 21%

La compagnia di navigazione tedesca deve rifinanziare 1,28 miliardi di debiti e il mercato non va bene. Allo studio un aumento di capitale. Basterà?

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La compagnia di navigazione tedesca deve rifinanziare 1,28 miliardi di debiti e il mercato non va bene. Allo studio un aumento di capitale. Basterà?

Bond Rickmers Holding sotto pressione. Da quando l’agenzia di rating tedesca Credit Reform ne ha abbassato il giudizio portandolo a CCC, nella parte bassa della valutazione “non investment grade”, i prezzi delle obbligazioni della compagnia di navigazione hanno cominciato a scivolare verso il basso. Collocato alla pari nel maggio del 2013 per un ammontare di 275 milioni di euro presso investitori istituzionali e retail (taglio minimo negoziabile 1.000 euro), il bond high yield Rickmers Holding GmbH & Cie. KG 8,875% 2018 (DE000A1TNA39) viene scambiato oggi intorno a 75% del nominale e rende più del 21% a poco più di tre anni dalla scadenza. Cosa sta succedendo?   Rickmers deve rifinanziare 1,28 miliardi in scadenza con le banche     Fra le principali cause della debolezza del titolo che suscitano anche le preoccupazione di molti investitori italiani, vi è sostanzialmente il peso del debito della compagnia mercantile di navigazione. Fra quest’anno e il prossimo, infatti, Richkmers Holding dovrà rifinanziare 1,28 miliardi di euro in scadenza presso le banche e una soluzione definitiva sembra ancora non essere stata trovata. L’armatore tedesco al momento ha proposto un ammorbidimento delle trattative con le banche mettendo sul piatto una cinquantina di milioni di euro, derivanti per metà dal collocamento di una tranche di obbligazioni high yield con le stesse caratteristiche di quelle già quotate a Francoforte e per l’altra metà attingendo a riserve disponibili (circa 190 milioni). Le ultime notizie ufficiali risalenti a dicembre 2014 riferiscono che i negoziati con le banche creditrici sono ancora in corso, e Rickmers sta valutando un aumento di capitale (la società è quotata alla borsa di Singapore), precondizione essenziale per poter rinegoziare le scadenze debitorie. Le risorse rastrellate con l’emissione del bond high yield – precisa la società – sono destinate per il 50% allo sviluppo industriale e quindi non possono essere impiegate per soddisfare esigenze debitorie (è in corso la realizzazione di 10 navi per il trasporto di containers della capacità di 5.400 tonnellate ciascuna e, con il fondo Apollo Global Mamagement, un contratto per la creazione di una joint venture con lo scopo di investire sul mercato secondario delle navi di trasporto fino a 500 milioni di dollari).   La congiuntura e la concorrenza pesano sui ricavi di Rickmers   Certo è – osservano gli analisti – che a pesare sulle quotazioni del bond è anche il periodo congiunturale e la concorrenza cinese che stanno mettendo in crisi tutto il settore mercantile e dei trasporti marittimi in generale. Nel primo semestre 2014 i ricavi sono scesi a quota 271 milioni (-5,9%) e l’Ebitda a 101 milioni (-9,2%) , nonostante la riduzione dei costi per il personale, passato da 3.096 a 2.837 dipendenti, mentre il debito di gruppo è rimasto sostanzialmente invariato a 1,72 miliardi. Per effetto, l’utile di esercizio è crollato a meno di 1 milioni dai 51 del semestre 2013, lasciando intendere che l’anno si chiuderà in perdita. Una mano per il 2015 potrà sicuramente arrivare dal calo del prezzo del carburante che rappresenta la voce più importante fra i costi di gestione, ma per il resto gli analisti di Credit Reform ritengono che Rickmers andrà in contro a una violazione dei covenants bancari per cui sarà necessario ricapitalizzare la società. Il rischio per gli obbligazionisti è che anch’essi possano venire coinvolti in un complesso processo di rinegoziazione del debito, anche se al momento questa ipotesi sembra lontana. Tutto dipenderà dai risultati dell’esercizio appena concluso che saranno pubblicati il prossimo 30 aprile 2015. Da lì si potrà capire molto di più anche sulle prospettive future di Rickmers.   Rickmers è uno dei leader europei del trasporto marittimo   [fumettoforumright]Fondata 180 anni fa nel porto di Bremerhaven, vicino ad Amburgo, Rickmers Holding è uno dei leader europei per il trasporto marittimo di containers e vanta fra i suoi parteners colossi del calibro della tedesca Hapag-Lloyd e della danese AP Moeller.Maersk. L’armatore tedesco possiede 59 navi da cargo di ogni tipo e dimensione per valore di mercato stimato al 2013 di circa 2,8 miliardi di euro. Il business di Rickmers si sviluppa in tre segmenti attività principali: a) Maritime Asstes che si occupa di coordinamento, amministrazione, compravendita di navi, predisposizione di trasporti, b) Maritime Services che si occupa di tutto ciò che attiene alla riparazione, revisione e messa in sicurezza dei trasporti e delle navi (anche di altre compagnie), c) Rickmers-Line che invece riguarda le attività di trasporto merci.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Obbligazioni societarie, Obbligazioni Rickmers, Ratings

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.